Connect with us

News

FOTO-VIDEO. Salernitana-Roma, protagonisti della storia: Pesaola, la rimonta sull’ex Viani e Giampaolo

Due vittorie della Roma, un pareggio e un successo granata. Questo il bilancio dei precedenti in partite ufficiali disputate a Salerno tra il cavalluccio marino e i giallorossi. Ma ci sono anche due amichevoli all’Arechi nella storia.

Le zampate di Amadei e lo zampino di Petisso

La prima visita della Roma in casa dei granata è datata 9 dicembre 1945, nel primo abbozzo di ripresa del calcio a livello quasi nazionale dopo la Seconda Guerra Mondiale, con il campionato misto Serie A-B. Nel girone centro-sud, la Salernitana dell’allenatore-giocatore Vittorio Mosele perse tra le mura amiche del Comunale – l’odierno Vestuti – con il punteggio di 1-3: mattatore fu Amedeo Amadei con una doppietta che aprì e chiuse le marcature; nel mezzo, il raddoppio romanista firmato Kreziu e l’autorete di Jacobini pro Salernitana. La Roma tornò a giocare sul campo dei granata nella Serie A 1947/48, il primo febbraio alla penultima del girone d’andata, vincendo ancora (0-1) con il decisivo gol di “Petisso“, Bruno Pesaola al 28′ della ripresa.

Le formazioni di Salernitana e Roma schierate prima della partita l’1 febbraio del ’48. Per i granata Gambazza, Rispoli, capitan Iacovazzo, Benedetti, Buzzegoli, Dagianti, Onorato, Vaschetto, Piccinini, Morisco e Grassi; per i romanisti invece Risorti, Andreoli, Contin, Puppo, Fusco, Dell’Innocenti, Ferrari, Di Paola, Amadei, Zsengeller e Pesaola.

Nella stagione 1951/52 anche un precedente in Serie B, il 20 aprile, diede l’unico pareggio fin qui maturato in Campania fra le due squadre: finì 2-2 con il doppio vantaggio romanista ad opera dell’ex di turno Merlin e dello svedese Sundqvist che fu riequilibrato dai gol di Quinto Bertoloni e Renato Fioravanti. I campani colpirono anche un palo con Cabas. La Roma era guidata da Gipo Viani, altro ex di turno ricordato con l’affetto: aveva portato la squadra in B nel 1943 e poi in A nel 1947. Di seguito la suggestiva documentazione video con gli highlights di quell’incontro curati dall’Istituto Luce per il cinegiornale dell’epoca.

Era Arechi: due amichevoli e Giampaolo in cattedra

Dopo oltre quarant’anni, la Roma rimise piede a Salerno in occasione del Torneo delle Capitali, triangolare che prevedeva anche la presenza del Torino organizzato all’Arechi il 24 agosto 1994. Non fa testo nel computo dei precedenti, anche perché furono disputate mini-gare di 45′. Quella tra Salernitana e Roma vide i lupacchiotti vincenti grazie al gol di Abel Balbo. Tre anni dopo le due compagini si ritrovarono ancora in via Allende per un’altra amichevole: la sfida Delio Rossi-Zeman fu vinta dal primo per 3-2, proprio mentre costruiva la Salernitana in grado di stravincere il campionato cadetto. Aprì le marcature Di Vaio, poi Totti pareggiò i conti nel secondo tempo, prima della “fuga” granata con De Cesare e Rachini; Di Biagio su rigore accorciò le distanze. Il 24 gennaio 1999, invece, i punto contavano eccome. Era la prima giornata del girone di ritorno in Serie A e l’ippocampo riuscì a battere i giallorossi 2-1 grazie al rigore trasformato da Antonino Bernardini – soprannominato il “professore” per la maestria sempre mostrata in cabina di regia a centrocampo, lui che peraltro è romano e romanista – e al raddoppio in caduta, rocambolesco, firmato Federico Giampaolo, che si era guadagnato il precedente penalty dopo l’atterramento di Konsel ai suoi danni. A nulla valse il gol di Gigi Di Biagio per gli ospiti nel finale. Di seguito gli highlights di quell’incontro, che fu il primo giocato in quell’annata dalla Salernitana con la maglia tutta granata: la scomparsa della banda nera sul petto fu “richiesta” a gran voce dalla tifoseria. Quel giorno fu contraddistinto anche da tafferugli nel settore ospiti tra tifosi della Roma e forze dell’ordine.

Di seguito il tabellino dell’ultimo Salernitana-Roma in ordine di tempo:

SALERNITANA (4-4-2): Balli; Bolic, Fusco, Fresi, Del Grosso; M. Rossi (45′ st Monaco), Bernardini, Breda, Tosto; Giampaolo, Belmonte (34’st Di Michele). A disp: Ivan, Ametrano, Chianese, Tedesco, Kolousek. All: Rossi.
ROMA (4-3-3): Konsel; Quadrini, Petruzzi, Zago, Candela; Tommasi, Di Biagio, Di Francesco; Gautieri (36′ st Bartelt), Delvecchio, Paulo Sergio. A disp: Chimenti, Aldair, Alenitchev, Tomic, Conti, Frau. All: Zeman.

Arbitro: Pellegrino di Barcellona Pozzo di Gotto.

NOTE. Marcatori: 11′ pt rig. Bernardini, 9′ st Giampaolo (S), 32′ st Di Biagio (R). Ammoniti: Konsel, Zago, Di Biagio, Gautieri, Delvecchio (R). Angoli: 2-3. Spettatori: 32903.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News