Connect with us

News

Giudice Sportivo, stangata Salernitana dopo la 38ma: distinti chiusi e super multa

Una multa extra large per la Salernitana, che sarà obbligata anche a giocare un turno di campionato con il settore Distinti senza pubblico. È la decisione assunta dal giudice sportivo dopo gli accadimenti di Salernitana-Udinese, in cui c’è stato un fitto lancio di oggetti, fumogeni e non solo. Nel referto arbitrale e in quello della procura federale non sono passati inosservati l’incendio di materiale usato per la scenografia e cori insultanti nei confronti di Pereyra da parte del pubblico dopo la realizzazione del quarto gol.

Il dettaglio

Ben 40mila euro di multa per il sodalizio di patron Iervolino, di cui 10mila per il coro insultante al 12′ del secondo tempo nei confronti del calciatore bianconero. I restanti 30mila fanno parte della punizione di disputare una gara con il settore Distinti senza pubblico, nello specifico perché “nel corso della gara si verificava, da parte dei sostenitori della Salernitana occupanti vari settori dello stadio, un continuo lancio di fumogeni, bottiglie in vetro e oggetti di varia natura, compreso un seggiolino, sia sul terreno sia nel recinto di gioco, oltre che in direzione degli ufficiali di gara e verso la panchina avversaria, tant’è che l’arbitro, a partire dal 12′ del secondo tempo, con riguardo al lancio di oggetti dal settore prossimo all’assistente 2, era costretto a interrompere il gioco per ben sette minuti”. Oltre alla multa c’è la diffida: alle successive intemperanze, ci sarà un turno di squalifica per l’intero stadio Arechi.

La condanna

Per colpa di pochi delinquenti, in relazione all’elevato numero di spettatori presenti, è stata macchiata la serata che – nonostante la sconfitta – ha dato la salvezza alla Salernitana, oltre che la civiltà della piazza granata. Molte persone, anche famiglie con bambini, hanno lasciato lo stadio al verificarsi di atteggiamenti riprovevoli, da medioevo. Urgono punizioni esemplari anche da parte della giustizia ordinaria che, mediante le telecamere di sorveglianza, dovrà individuare i responsabili dei vergognosi episodi, bandendoli dagli stadi per la durata necessaria. L’Arechi, Salerno e la Salernitana devono essere associati ai decibel altissimi, al calore del pubblico, alla passione e all’abilità nelle scenografie, non all’inciviltà e ad azioni che possono mettere a serio rischio anche l’incolumità delle persone.

Le altre sanzioni

Il giudice sportivo, nel suo dispositivo, ha anche punito altre società. Chiuse la curva Piscina del Picco e la curva A del Maradona per un turno dopo gli episodi accaduti al Picco durante la sfida tra Spezia e Napoli, con multa di 15mila euro al club ligure e 30mila al sodalizio di De Laurentiis. La Fiorentina è punita con 15mila euro di multa per cori insultanti nei confronti degli avversari e lancio di due fumogeni in campo, il Milan con 12mila euro di multa per corsi insultanti di matrice territoriale nei confronti dei sostenitori di una squadra avversaria e lancio di oggetti in campo, il Venezia con 3mila euro di multa (lancio oggetti e un accendino in campo) e la Lazio con 2mila euro (lancio di fumogeni).

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

 






Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News