Connect with us

News

Gli stadi riaprono, ma mancano steward: “Così si rischia di chiudere nuovamente”

È emergenza steward negli stadi d’Italia. Un’emergenza legata al ritorno degli spettatori sugli spalti, seppur solo al 50% della capienza di ogni singolo impianto. Un nuovo inizio segnato da qualche disagio, con la Lega di Serie A intenzionata a correre subito ai ripari. Il problema è legato alla carenza di steward, ancora più necessari per assicurarsi che i tifosi siano regolarmente in possesso del green pass durante le operazioni di filtraggio prima di entrare negli stadi.

E così si pensa a diverse soluzioni: una di queste – come spiega Repubblica – potrebbe essere rappresentata da giovani volontari, che però non potrebbero essere pagati. L’alternativa invece porta all’associazione dei Carabinieri in congedo, i cui componenti sono già regolarmente impegnati in compiti socialmente utili. Gli steward oggi hanno il compito di controllare biglietto d’accesso, documento d’identità e green pass, ma non solo. Sono anche chiamati a controllare la temperatura corporea di ogni singola persona che accede negli stadi e, inoltre, dovrebbero vigilare sugli spalti per quanto riguarda il rispetto delle normative antiCovid, ovvero mascherina, distanziamento a scacchiera e nessun contatto. Solo nei casi più estremi potrebbero intervenire le forze dell’ordine.

L’allarme steward è stato lanciato da Ferruccio Taroni, presidente dell’Associazione nazionale delegati alla sicurezza: “Se nella prima giornata di campionato in serie A avessimo dovuto rispettare alla lettera la normativa, beh, alcune partite non si sarebbero potuto giocare… Quali? Non lo dico. Ma mancavano gli steward. Continuando così si rischia davvero di chiudere gli stadi, di tornare alle porte chiuse come lo scorso anno. Dobbiamo scongiurarlo. Stiamo suggerendo quindi ai delegati della gestione degli eventi, durante i Comitati per l’ordine pubblico, di usare persone diverse, quindi non steward, per il controllo del green pass e anche della temperature. Le società di calcio dovrebbero dotarsi di volontari, come uomini delle forze dell’ordine in pensione. Già succede durante feste di paese, o sagre che richiedono il green pass”.

Ma perché mancano steward negli stadi italiani? Prima venivano reclutati soprattutto fra gli studenti universitari, ma con la didattica a distanza ci sono moltissimi fuori sede, tornati nelle rispettive città. Sarà necessario aspettare la riapertura integrale degli atenei. Inoltre c’è da considerare la scelta di molti ragazzi di fare richiesta per il reddito di cittadinanza. Per questo suggeriamo allo Stato di venire incontro a questi giovani che vogliono lavorare: sino ad un certo importo, potrebbero cumularlo col reddito di cittadinanza” ha suggerito Taroni.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News