Connect with us

News

Stadi aperti a luglio? Gravina ci crede. Nel 2007 ultima gara ufficiale in un Arechi vuoto

Gabriele Gravina è ottimista sulla riapertura degli stadi al pubblico. Ci spera anche perché significherebbe che la crisi è ormai alle spalle. “Quando aprire gli stadi? Io mi auguro i primi di luglio – ha detto ieri il presidente della Figc in diretta su Radio Deejay – La prima settimana, massimo metà luglio. Questo significherebbe che il nostro Paese ha eliminato quelle ultime restrizioni e che siamo usciti da questo momento particolarmente buio. Quello di venerdì è stato l’ultimo tassello che serviva per fugare qualunque dubbio sulla proiezione dei campionati. Sono contento di quest’ultimo tassello, ne manca ancora uno che è la partecipazione dei tifosi che mi auguro avvenga in tempi molto rapidi. Sono riuscito a gioire pensando a una strana coincidenza. Venerdì sera avremo dovuto inaugurare l’Europeo con Italia-Turchia a Roma e alla stessa ora è ripartito il calcio italiano. Questo deve essere un motivo di orgoglio per tutto il movimento sportivo ma anche per tanti appassionati“.

Per ora però le porte rimangono chiuse e l’Arechi, abituato a far risuonare la voce dei tifosi, sarà suggestivamente silenzioso. Non accadeva di vedere l’impianto di via Allende vuoto in una partita ufficiale dal 4 marzo 2007, allora la Salernitana era in Serie C1 e perse 0-1 contro il Ravenna grazie al classico gol dell’ex, firmato da Vincenzo Chianese. Era accaduto lo stesso due settimane prima, quando invece l’Ippocampo si impose sul Teramo per 1-0 con rete di Emanuele Ferraro. In quelle occasioni lo stadio dei granata rimase chiuso al pubblico perché non ancora adeguato alle norme del decreto Amato, adottate in seguito agli incidenti di Catania che portarono alla morte di Filippo Raciti. Mancavano tornelli e doppie recinzioni, che vennero installati gradualmente nelle successive settimane, permettendo l’ingresso ai soli abbonati per tre gare, prima di riaprire del tutto gli attuali 26mila posti.

 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News