Connect with us

News

I 24 precedenti a Crotone: l’anno scorso fu 1-1, sono 4 gli hurrà granata in terra calabrese

La storia dei precedenti sul campo del Crotone per la Salernitana è fatta da 24 partite, con un bilancio di 10 sconfitte, altrettanti pareggi e 4 exploit per il cavalluccio marino.

La prima volta a Crotone è datata 10 aprile 1960 con tanto di sconfitta per 1-0 (marcatore Barbato) in Serie C. Nella stagione successiva, sempre in terza serie, i rossoblu ebbero ancora la meglio: 2-1 il finale, doppietta di Veglianetti a ribaltare l’iniziale vantaggio ospite capitalizzato da Giuseppe Franzò. Primo punto per i granata nel 1960/61 con l’1-1 firmato Aldo Novelli per la Salernitana e Forin su rigore per i locali. Nella stagione 1962/63, precisamente il 7 ottobre, il primo blitz del cavalluccio (0-1, la firma fu di Oliviero Visentin); a fine torneo, i calabresi retrocessero. Un solo anno in quarta serie e poi il ritorno in C per il Crotone che fece male alla Salernitana il 3 gennaio del 1965, vincendo 1-0 (marcatore Fumagalli a inizio ripresa) e decretando l’esonero dell’allenatore granata, Rudy Hiden. La musica cambiò nel torneo 1965/66 che fu vinto dall’ippocampo: in Calabria vittoria campana 1-2, reti di Renato Ronconi e Franco Rosati, gol della bandiera di casa di Rondoni. La Salernitana tornò in C dopo una sola stagione e nel 67/68 perse a Crotone 2-0 sotto i colpi di De Giuliani e Rasi. Altro ko nel 1968/69 (1-0, Pupo), prima di una serie consecutiva di ben quattro pareggi a reti bianche in altrettanti  campionati tra il 1969 e il 1973 (di cui uno, il 21 maggio del ’72, giocato in campo neutro a Locri). Nel 1973/74 vittoria per il Crotone (1-0, Battilani), altri due 0-0 invece l’anno successivo sul neutro di Catanzaro e poi nel 1975/76. Alla prima di Giampaolo Cominato da direttore sportivo, il 6 febbraio del ’77, la Salernitana perse a Crotone 1-0 con gol di Abate. Dopo anni di stenti, in termini realizzativi, nel torneo 1977/78 si scatenò una tempesta di gol nel roboante 3-5 con cui il cavalluccio portò a casa l’intera posta in palio. Era il 27 novembre, alla mezzora del secondo tempo i granata erano avanti 0-4 (autogol di Maino, doppietta di Costante Tivelli e gol di Claudio Tinaglia), a nulla valse il tentativo di Piras, con una tripletta, di riportare i suoi in parità, con allungo decisivo della Salernitana ad opera di Claudio De Tommasi. A fine stagione, il Crotone retrocesse.

Un lungo digiuno di sfide terminò agli albori del nuovo millennio. Il 20 maggio 2001 fu David Di Michele a regalare il successo alla Salernitana allo Scida (0-1) alla quartultima di campionato in Serie B. Impossibile dimenticare, poi, il rocambolesco 3-3 dell’annata seguente: i campani, guidati da Zeman, riuscirono a trasformare un 3-0 (doppio Sculli e Leone) in 3-3 grazie a Daniele Bellotto (doppietta) e Fabio Vignaroli. Nel 2004/05 all’ultima giornata una già dismessa Salernitana perse 4-1: del nigeriano Benjamin Onwuachi il gol della bandiera, peraltro l’ultimo in ordine cronologico realizzato dall’ippocampo nell’impianto crotonese; Guzman, Russo, Porchia e un’autorete di Ghomsi per completare il tabellino. Si vocifera che proprio in quella sede l’allora presidente Aliberti avesse chiuso l’ingaggio di Gian Piero Ventura per l’anno successivo, che poi non si concretizzò a causa del fallimento. Reti bianche nel 2007/08 in Serie C1 alla quarta giornata, occasione in cui il portiere campano, Pinna, alzò un muro invalicabile. Nel 2009/10, in cadetteria, vinsero i pitagorici 2-0 con rete del futuro granata, Ginestra, e autogol di Dino Fava. Nel torneo di Serie B 2015/16 la Salernitana tornò dallo Scida rimediando una scoppola decisamente da dimenticare: pesantissimo il 4-0 inflitto alla squadra di Vincenzo Torrente (Stoian, doppio Ricci e rigore trasformato da Torromino) da un Crotone che, a fine stagione, sarebbe volato con merito in massima serie. Infine, il precedente della scorsa stagione datato 28 ottobre 2018. Sono trascorsi quasi due anni dall’1-1 conquistato dalla squadra allora guidata da Colantuono che passò in vantaggio con Riccardo Bocalon e si fece raggiungere a cinque minuti dalla fine dal solito Simy. Di seguito il tabellino di quel match:

TABELLINO  –  CROTONE–SALERNITANA 1-1 (2018/19)

CROTONE (4-3-3): Cordaz; Faraoni, Vaisanen, Sampirisi, Martella; Rohden, Barberis, Molina (59’ Crociata); Firenze, Budimir, Stoian (73’ Simy). A disp. Festa, Figliuzzi, Valietti, Golemic, Cuomo, Curado, Marchizza, Zanellato, Aristoteles, Nanni. All: Stroppa.

SALERNITANA (3-5-2): Micai; Mantovani, Migliorini, Gigliotti; Casasola, Odjer (59’ Castiglia), Di Tacchio, Mazzarani, Vitale; Jallow (80′ Bellomo), Bocalon (73’ Djuric). A disp. Vannucchi, Lazzari, D.Anderson, Pucino, Palumbo, Di Gennaro, A. Anderson, Orlando, Vuletich. All: Colantuono

Arbitro: Sig. Riccardo Ros di Pordenone (Margani/Gamal. IV uomo: Sozza)

NOTE. Marcatori: 50′ Bocalon (S), 85′ Simy (C). Angoli: 6-11. Ammoniti: Bocalon e Casasola (S). Recuperi: 0′ pt; 6′ st. Spettatori: 5497 di cui 600 da Salerno per un incasso di € 42.059,00.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News