Connect with us

News

I precedenti interni col Catanzaro: calabresi mai vittoriosi sul campo della Salernitana in 16 incontri

Quella di domenica sera sarà la sfida numero 17 in Coppa Italia tra Salernitana e Catanzaro con i granata padroni di casa. Il bilancio complessivo dei precedenti parla di dieci vittorie campane e sei pareggi.

La primissima sfida è datata 28 settembre 1930 alla prima giornata del campionato di Prima Divisione. I padroni di casa, sul terreno di gioco di Piazza d’Armi, si sbarazzarono della Catanzarese (si chiamava così, all’epoca, la società) col punteggio di 3-1: marcatori Mario Adinolfi, Luigi Miconi e Luigi Codari (Costa per gli ospiti nel finale). L’anno seguente, ancora vittoria per gli allora biancocelesti campani (2-0, doppietta di Attilio Sudati). Quattro anni dopo, il Catanzaro si ripresentò a Salerno (il 19 aprile 1936), guadagnando un pareggio a reti inviolate nel campionato di Serie C. Nel rinnovato campionato di Serie B 1946/47, vinto proprio dalla Salernitana, i calabresi uscirono nuovamente sconfitti dal campo del cavalluccio marino: decise il gol di Vincenzo Voccia il 24 novembre del ’46. Undici anni dopo, il primo punto con gol del Catanzaro, frutto della marcatura di Fabrello dopo quella granata di Alfredo Pastore: era il 7 aprile 1957, campionato di Serie C, stadio Vestuti. Quel pareggio, costò la panchina al tecnico della Salernitana, Paolo Todeschini, che fu esonerato a vantaggio di Enrico Carpitelli: a fine stagione, i granata fallirono la promozione in B per un solo punto. L’anno seguente, si giocò sul neutro di Bari a causa della squalifica del Vestuti (incidenti nel precedente turno casalingo contro la Sanremese) e Salernitana-Catanzaro finì 0-0. Nel 58/59 fu vero e proprio testacoda vinto dai granata 1-0 con gol di Felice Marano: campani ultimi e non retrocessi per riforma dei campionati, giallorossi primi e promossi in B. Categoria in cui l’11 dicembre del ’66 il Catanzaro tornò a far visita alla Salernitana, perdendo 2-0 (Franco Rosati e Mario Sestili i marcatori): per l’ippocampo fu l’ultimo momento felice, prima di una clamorosa discesa dal sesto posto alla mesta retrocessione. La prima sfida “a colori” è datata 10 febbraio 1985, nel campionato di Serie C1. Vinse la Salernitana, alla seconda del girone di ritorno, con reti di Santo Perrotta e Sandro Vignini (Musella per gli ospiti che sarebbero poi tornati in B a fine stagione). Idem con patate nell’86/87, quando cambiò solo il punteggio (1-0 Salernitana, gol di Davide Tappi alla prima giornata).

Il primo Salernitana-Catanzaro all’Arechi si giocò l’11 novembre 1992 per l’andata del terzo turno della Coppa Italia di Serie C. Finì 1-1 con gol di Vladimiro Caramel dopo il vantaggio ospite firmato Procopio. Al ritorno in Calabria, medesimo risultato e granata eliminati ai rigori. Il 29 agosto 2004 ancora una sfida di coppa, stavolta quella maggiore, che diede il successo ai padroni di casa (2-1, reti di Claudio Ferrarese e Raffaele Palladino, in mezzo il momentaneo pareggio calabrese di Cammarata); sempre nella stagione 2004/05 le aquile fecero visita ai granata anche in campionato, rimediando un pari senza gol. Stesso punteggio nel 2013/14 in Prima Divisione, annata in cui la sfida fu replicata pure in Coppa Italia di terza serie, con la Salernitana che si impose 2-1 ai supplementari grazie a Manuel Ricci: nei 90′ regolamentari, Casini aveva portato avanti il Catanzaro, David Mounard aveva pareggiato. L’ultimo precedente in ordine di tempo è relativo alla stagione 2014/15, sempre in terza serie, quando uno scatenato Caetano Calil ribaltò il punteggio, regalando il successo alla Salernitana per 2-1 dopo l’iniziale rete ospite di Rigione. Di seguito il tabellino di quella partita, datata 8 novembre 2014:

TABELLINO   –   SALERNITANA-CATANZARO 2-1 (2014/15)

SALERNITANA: Gori, Tuia, Franco, Pestrin, Lanzaro, Bianchi, Colombo, Favasuli, Calil, Negro (36′ st Gabionetta), Giandonato (15′ st Nalini). A disp: Russo, Pezzella, Castiglia, Volpe, Cappiello. All: Menichini.

CATANZARO: Scuffia, Daffara, Di Chiara, Vacca, Rigione, Ferraro, Pagano, Maiorano, Barraco (16′ st Fofana), Russotto (37′ st Ricci), Kamara (29′ st Martignago). A disp: Bindi, Squillace, Ilari, Pacciardi. All: Moriero.

Arbitro: Piccinini di Forlì (Sgheiz/Abruzzese)

NOTE. Marcatori: 10′ st Rigione (C), 33′ st e 49′ st Calil (S). Ammoniti: Tuia, Bianchi e Pestrin (S), Vacca, Daffara e Scuffia (C). Espulso Russotto (C) al 50′ st dalla panchina. Angoli: 13-7. Recuperi: 0′ st e 5′ st. Spettatori: 6547.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News