Connect with us

News

Iervolino si dà da fare: centro sportivo in città e concessione Arechi. Capienza, svolta per il Milan?

Step by step, “perchè abbiamo preso un impegno e nei prossimi sei mesi vogliamo dar vita ai nostri progetti. Non significa realizzarli e ultimarli, ma almeno avviarli, iniziare a toccarli con mano”. Danilo Iervolino fa il passo – non più lungo della gamba – e inizia a posizionare pietre, puntini sulle i, bandierine. Dall’incontro di ieri con le istituzioni cittadine (prima con il Prefetto, Francesco Russo, poi con il Sindaco Vincenzo Napoli e infine con Antonio Visconti, presidente dell’ASI – Consorzio Area Sviluppo Industriale) per discutere soprattutto dell’impiantistica sportiva. Di quella che c’è già e quella che può sorgere.

Il quartier generale

Iervolino vuole riportare la Salernitana a Salerno. Il quartier generale fissato dalla vecchia proprietà al Mary Rosy (che insiste nel comune di Pontecagnano Faiano) in fitto pluriennale dovrà essere invece di proprietà, in un futuro non molto lontano. Studiato, costruito e pensato per le esigenze di una prima squadra e di tutto il settore giovanile, con (almeno) tre campi regolamentari, spogliatoi, palestra, uffici (anche per quanto riguarda la sede sociale il club è in fitto, ndA) e foresteria per accogliere giovani talenti anche da fuori, in modo da implementare le squadre baby. Con Visconti pare si sia parlato proprio di questo e dell’ampia disponibilità di aree di tipologia D – ovvero per gli insediamenti produttivi – che Iervolino potrà valutare con il suo staff. “Il Volpe non mi piace”, ha categoricamente detto ieri il presidente granata. L’area è stata messa in vendita dal Comune di Salerno per 9 milioni e la prima asta è andata deserta. Di certo la struttura potrebbe essere, a questo punto, messa a disposizione delle numerose società dilettantistiche salernitane che hanno difficoltà a trovare una casa o devono dividerla con tante altre realtà.

Uno stadio h24 e 7 su 7

Con il primo cittadino si è parlato anche della convenzione d’uso dello stadio Arechi, in scadenza a giugno dopo due anni di proroghe che hanno confermato la corresponsione del 6,5% degli incassi lordi al Comune da parte della Salernitana che, di contro, aveva ottenuto dal 2014 la gestione e la manutenzione del manto erboso. Dovrà cambiare il trend: Iervolino immagina un Arechi da calcio moderno, non di proprietà ma come se lo fosse, con attività produttive aperte h24 e sette giorni su sette, dai ristoranti agli store, fino al museo del club. Già entro la fine di questo campionato potrebbero sorgere dei piccoli chioschi all’interno dei piazzali per intercettare il pubblico con la vendita della gadgettistica e del materiale sportivo ufficiale granata, come accade praticamente in tutti gli stadi di Serie A e anche B. Giocoforza, per realizzare questo tipo di progetti, servirà una concessione pluriennale, anche ultradecennale. Le  cui basi sembrano gettate, a dire il vero, con l’ampia disponibilità mostrata dall’amministrazione comunale. Ma dalle parole ai fatti (la storia insegna) ce ne vuole.

Nodo capienza

Il problema più urgente e di risoluzione sicuramente più stretta riguarda la capienza dello stadio, attualmente bloccata a 26mila, nonostante i sediolini siano 37180. Si è parlato di questo in Prefettura, visto che i nuovi tornelli aggiuntivi sono stati installati e sono perfettamente funzionanti, ma a ciò non è seguito l’aggiornamento da parte della Commissione Provinciale di Vigilanza sui Pubblici Spettacoli, che deve riunirsi per dare il via libera all’aumento a 31mila posti. L’organismo, come spiega Il Mattino oggi in edicola, prima di riunirsi e autorizzare il tutto deve ottenere e studiare la planimetria delle vie d’esodo. La sensazione è che in tempo utile per la partita casalinga contro il Milan, che sicuramente richiamerà molto pubblico, le cose potranno finalmente cambiare: logicamente bisognerà fare i conti con le limitazioni anti Covid del Governo, che dimezza le capienze. Se nulla cambiasse entro il 19 febbraio, al massimo potrebbero essere 15500 i tifosi ad assistere al match contro i rossoneri.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News