Connect with us

Serie B

Il Benevento torna a vincere, Inzaghi sorride: “Pensiamo a noi e raggiungiamo il sogno”

Il 2020 si era aperto con un sorprendente 1-1 in casa con il Pisa, ma questo Benevento è troppo forte anche solo per pensare di poter entrare in crisi. Ieri le streghe si sono subito rifatte, la squadra di Pippo Inzaghi è andata al Tombolato di Cittadella e ha ritrovato i tre punti, portandosi addirittura a +15 sul secondo posto (in attesa del Crotone, ma poco cambia). Moncini ha segnato il suo primo gol in giallorosso e il Benevento è sempre più lanciato verso la Serie A. Tutto perfetto, il modo migliore per prepararsi al derby con la Salernitana in programma al Vigorito domenica 2 febbraio alle 21.

Tutto si è deciso nel finale, Maggio all’86’ ha fatto il 2-1 permettendo al Benevento di tornare a festeggiare. Per Venturato il risultato è bugiardo, Pippo Inzaghi non è così d’accordo: “Venturato ha visto un’altra partita – il commento dell’ex attaccante del Milan – Nel primo tempo abbiamo avuto due occasioni clamorose con Sau, quindi in parità numerica potevamo passare in vantaggio. Loro per fermarci sono stati costretti a fare tantissimi falli. Con un uomo in più la squadra per un quarto d’ora non mi è piaciuta: era troppo precipitosa. E’ una vittoria da squadra tosta, riportare la terza a quindici punti è molto importante in questo momento perché vincere a Cittadella non è affatto semplice per nessuno”.

Segnano Moncini e Maggio, gol nuovi e inediti per Inzaghi: “I complimenti vanno fatti a loro. Maggio ha un fisico incredibile, si cura nell’alimentazione e si allena al massimo. Merita tutti gli elogi. I cambi? “Volevo dare la possibilità a Insigne perché meritava di giocare da titolare. Poteva sognare, ma ha trovato una grande parata di Paleari. E’ chiaro che se lo spirito di chi subentra è così voglioso, vuol dire che c’è la mentalità giusta da parte di tutti”.

Ieri Inzaghi ha dato vita a un Benevento camaleontico, capace di cambiare atteggiamento tattico a seconda delle situazioni: “So che posso districarmi in vario modo. Oggi nel primo tempo abbiamo creato diverse soluzioni, siamo stati più pericolosi rispetto al Pisa. Sono passato al 4-4-2 perché speravo che Moncini potesse trovare il gol. Non sono bravo io, quando hai questa grande disponbilità vuol dire che diventa tutto più facile. Sau? E’ giusto che chi esce sia rammaricato. Era il primo a esultare a fine partita. Spero che già domenica trovi il gol perché sta lavorando molto bene”. 

Inevitabile non guardare la classifica e sorridere: “A me interessa molto perché sono più di cinque partite di vantaggio sulla terza. Dobbiamo dimenticarci dell’andata, ma pensiamo a quanto accaduto lo scorso anno. Quanto fatto nella prima parte è qualcosa di anormale. Adesso stiamo facendo il nostro che potrebbe farci raggiungere al più presto il sogno di tutti noi”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *





Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in Serie B