Connect with us

News

Il bilancio di Capezzi: “Siamo pochi, aspettiamo rinforzi. Voglio tenermi stretta la Serie A”

Uno dei più in palla in ritiro, Leonardo Capezzi sarà certamente uno dei punti fermi della stagione. La mezzala si presenta in conferenza dopo Salernitana-Fermana e traccia un bilancio del ritiro che volge ormai al termine: “Il bilancio è positivo, siamo partiti rimaneggiati per le note vicende. Stanno arrivando rinforzi e la condizione sta crescendo, i nuovi stanno assimilando i dettami del mister. Siamo in costruzione, ma lavoriamo al meglio per migliorare. La strada è lunga e la rosa deve completarsi, l’atteggiamento è quello giusto, facciamo ciò che ci chiede il mister. Partire non benissimo succede, iniziare il ritiro con la rosa a disposzione è quello che tutti vorrebbero. Il mercato è lungo, le dinamiche non sono semplici, abbiamo perso i calciatori della Lazio e questo ci ha complicato il lavoro. Eravamo pochi, lo siamo ancora perché capita qualche problema fisico. Lavoriamo e diamo il meglio, aspettiamo nuovi compagni a darci una mano. Il lavoro del mister si sente, abbiamo carichi importanti e lavoreremo ancora tanto per arrivare al meglio al via del campionato”. Per il classe ’95 sarà la quarta stagione in massima serie dopo quelle con Crotone, Sampdoria ed Empoli: “Mi sono guadagnato la Serie A e voglio tenermela stretta. A Crotone l’ho raggiunta e l’ho giocata, con la Sampdoria e l’Empoli non è andata bene. Fisicamente sto bene, ma le gambe non girano ancora benissimo. C’è tempo per migliorare. Sento la responsabilità di dare il massimo per i tifosi e per la maglia. Insieme ai compagni che c’erano lo scorso anno possiamo aiutare i nuovi ad ambientarsi perché conosciamo bene l’ambiente”.

Il centrocampista commenta anche l’impatto degli ultimi arrivati, due in particolare nel suo reparto (Obi e Coulibaly). Un pensiero anche sull’eventuale ritorno di Tutino: Coulibaly è un ritorno importante, ci ha dato una grande mano lo scorso anno e conosce il gioco del mister. Obi è esperto, la sua carriera parla per lui. Ben vengano giocatori che hanno partite in A, i calciatori forti alzano la qualità della rosa e ti fanno allenare meglio. Sono arrivati ottimi innesti, gli esterni hanno gamba e sono perfetti per il gioco del mister. Inoltre sono under e possono solo crescere. Ritrovare Tutino farebbe piacere, è un calciatore importante e lo scorso anno ha fatto la differenza”. Il calciatore dice infine la sua sulla situazione societaria che tiene in apprensione la piazza: “Abbiamo vissuto la cosa in maniera fiduciosa. Sapevamo che il merito sportivo sarebbe stato salvaguardato e sappiamo che la società farà il suo dovere. Una soluzione si troverà per il bene della Salernitana. Il Covid non ci ha potuto far gioire con i tifosi in una grande annata, speriamo si risolva tutto per ricreare quell’entusiasmo che merita il campionato di Serie A”.

 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News