Connect with us

Calciomercato

Jaroszynski sull’uscio: sprint per il ritorno del guerriero polacco

Pawel Jaroszynski non è stato convocato dal Genoa per il ritiro di Neustift ed il suo ritorno alla Salernitana si avvicina sensibilmente. Il difensore polacco è stato tra i principali protagonisti della promozione granata l’anno scorso a partire da gennaio – quando fu prelevato dal Pescara dove, invece, non navigava in buone acque di classifica – ed è pronto a giocarsi le sue carte in massima serie ancora con Castori, allenatore per il quale le caratteristiche di grinta e lotta di Jaro sembrano cucite a pennello per la sua mentalità. E poi è un calciatore duttile: può fare il braccetto mancino nella retroguardia a tre, il terzino a quattro, ma anche il centrale o ancora il quinto in caso di 3-5-2.

Toto formula

Fin dal termine dello scorso campionato, il difensore classe 1994 aveva espresso il suo desiderio, quello di restare a Salerno. In città si trova benissimo – avendovi vissuto già un’altra esperienza calcistica, nel 2019/20 con Ventura – e si è ormai integrato. Jaroszynski è di proprietà del Genoa però, con cui ha un altro anno di contratto. L’obiettivo è riportarlo in granata a titolo definitivo. I rossoblu chiedono però una cifra vicina ai 700mila euro e, al momento, qualsiasi tipo di esborso è molto difficile per una società come la Salernitana, “commissariata” e con i trustee al comando per i prossimi sei mesi al massimo. Insomma, potrebbe anche esserci una formula diversa, come spiega il quotidiano Il Mattino stamani in edicola: sarebbe il Genoa a prolungare il contratto al combattivo calciatore ex Chievo e poi il cavalluccio marino lo preleverebbe in prestito con obbligo di riscatto, magari al verificarsi di determinate condizioni basilari, per ritardare l’acquisto dal punto di vista formale. Non sarebbe la prima volta, peraltro. Con Aya fu fatta una cosa del genere (la discriminante era il numero di presenze, ne bastava una) o nel caso del rinnovo di Mantovani (alla settima ufficiale da almeno 60′). L’operazione, comunque, si farà: c’è la volontà di tutte le parti in causa e sembra anche ben avviata. La speranza dell’allenatore è chiuderla anche prima della partenza per Cascia.

I precedenti in A

Qualsiasi sia la formula, Jaro è pronto e non vede l’ora di ritornare in Campania: la Serie A l’ha assaporata già in ben 30 occasioni tra il 2017 e il 2019 con la casacca del Chievo, ora spera di farlo all’Arechi e di conquistare la salvezza. Fu Rolando Maran a farlo esordire in massima serie nel dicembre 2017 da subentrato, in un’occasione per la verità poco felice (batosta contro l’Inter 5-0 a San Siro). La domenica successiva si guadagnò però il posto da titolare al Bentegodi contro la Roma, riuscendo a strappare lo 0-0 contro giocatori del calibro di Schick, Dzeko ed El Shaarawy.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in Calciomercato