Connect with us

News

La partita del cuore di Viscido: “Dico X, ma i granata possono arrivare fino in fondo”

“Dico X, non deve perdere nessuno”. Quasi scontato il pronostico di Pasquale Viscido, salernitano e doppio ex dei granata e del Frosinone, che proprio in Ciociaria ha scritto pagine importanti della storia calcistica nella seconda metà degli anni Ottanta, nel biennio 1986/88, con la vittoria del campionato di C2 e la salvezza l’anno successivo in C1. L’ex calciatore è ancora ricordato con grande affetto dalla tifoseria del Frosinone. Lì c’è la sua seconda casa, visto che ha sposato una donna di Frosinone. Ieri sera Viscido, oggi 59enne, è stato ospite della trasmissione “Amici Granata” in onda su Tv Oggi Salerno.

“L’affetto mi viene rinnovato quasi tutti i giorni sui social, ancora oggi qualcuno da Frosinone mi scrive e si ricorda di me. Sono orgoglioso di aver lasciato bei ricordi lì. – le parole dell’ex calciatore, oggi allenatore, che vanta 90 partite e 5 gol con la maglia dei canarini e 79 (con 3 gol) nella Salernitana fra il 1979 e il 1984 – Il Frosinone attuale? Lo seguo spesso, non mi ha mai entusiasmato come gioco, ma trova il modo di fare gol perché riesce sempre a trovare lo spunto con i suoi giocatori di qualità. Sono curioso di vederlo contro la Salernitana: se i granata saranno pimpanti, mi aspetto una partita allo stesso modo del Frosinone, che a livello fisico ho visto sempre un po’ sotto ritmo fin qui”.

I granata non avranno in panchina Castori, squalificato. “Non sarà un handicap l’assenza del mister. La squadra non ha bisogno della voce del tecnico, ormai ha imparato lo spartito. – dice Viscido – Farà una grande partita, ne sono sicuro. Ero un po’ titubante dopo il ko di Brescia, avevo pensato a un calo atletico, invece col Lecce si è ripresa subito. Giocherà contro una squadra che gioca un po’ come il Lecce, ma se il Frosinone viene aggredito nel modo in cui gioca sempre la Salernitana, può andare in difficoltà. Il calcio aggressivo funziona quando supportato dalla condizione atletica. Castori è un esperto della categoria, ha pensato bene di impostare tutto su questa palla lunga e aggredire l’avversario sulle respinte. Avendo giocatori adatti a questi tipo di gioco, ha portato la Salernitana nelle zone alte. Non è un caso, Castori è tecnico navigato e conosce benissimo il campionato”. Ma dove può arrivare questa Salernitana? Fino in fondo, se non direttamente in Serie A. Se ci credi veramente e vuoi vincere il campionato, però a gennaio fai qualcosa per migliorarti. Per i playoff, questa squadra va benissimo così com’è”, risponde Viscido. A suo giudizio, andrebbe migliorato l’organico sull’out mancino: Lopez è un discreto giocatore, ma ce ne vorrebbe uno in grado di garantire anche qualcosa in più in fase offensiva. L’uruguaiano a fondo campo arriva poche volte; non è certo il più scadente della rosa, è solo diverso da quello che ci vorrebbe come quinto, perché è più difensivo”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News