Connect with us

News

La rincorsa salvezza con la carica dei nuovi: sei acquisti in cerca di rilancio

Lunedì sarà il via al nuovo corso. Contro lo Spezia si vedranno i primi frutti del restyling apportato da Walter Sabatini sulla Salernitana. Il ds granata ha voluto puntare sulla voglia di rivalsa di alcuni calciatori a digiuno di partite ufficiali da un po’ di tempo: Sepe, Fazio, Radovanovic e Perotti.

Carica per il futuro

Il portiere non gioca da un Parma-Sampdoria del 22 maggio 2021. Dopo due stagioni da titolare in A con i gialloblu, l’arrivo del totem Buffon lo ha relegato in panchina. Salerno sarà la nuova chance di riscatto per uno che ha frequentato abbondantemente la Serie A con le maglie di Empoli, Napoli, Fiorentina e appunto Parma (più di 100 le presenze in massima serie).

Sono due pretoriano di Sabatini Federico Fazio e Diego Perotti. “Fazio ha la tendenza a registrare e coordinare il reparto”, ha dichiarato il ds al gong del mercato. L’ex Siviglia ha vissuto la stagione in corso da separato in casa, proprio la chiamata di Sabatini è stata decisiva per forzare la rescissione contrattuale con la Roma. Da parte del dirigente sono arrivate rassicurazioni anche sulle condizioni di Perotti che non gioca da novembre 2020 ed è reduce da due pesanti infortuni (ginocchio e tendine d’achille): “Viene da anni tribolati, ma ha recuperato bene”. I due argentini hanno condiviso l’esperienza giallorossa, proprio in mattinata il difensore ha suonato la carica postando nelle stories un video del gol vittoria di Perotti in un Roma-Genoa del 28 maggio 2017, partita di addio al calcio di Francesco Totti. L’esperienza di due calciatori che hanno giocato anche competizioni europee e la voglia di rivalsa sarà fondamentale nella corsa salvezza della Salernitana. Fazio e Perotti, insieme a Ribéry, saranno i leader di questa squadra.

Anche Ivan Radovanovic era da tempo con le valigie a Genova, sponda rossoblu. L’ex Atalanta aveva già provato in estate ad accasarsi altrove, con un accordo con il Benevento saltato nelle ultime ore del mercato. Un profilo che dovrà garantire “esperienza e solidità davanti alla difesa”, come detto dallo stesso Sabatini. Sono quasi 300 le presenze del serbo in massima serie.

I più giovani

Anche Simone Verdi e Radu Dragusin cercheranno di voltare pagina a Salerno. Più giovani rispetto ai suddetti (addirittura un classe ’02 il difensore), nella prima parte di stagione non hanno avuto continuità. L’attaccante a Torino è stato frenato da problemi fisici (appena 3 presenze) e dall’abbondanza nel ruolo, con la concorrenza di Praet, Lukic, Pjaca e Brekalo. Il difensore ha giocato di più con la Sampdoria (13 presenze), ma partendo sempre dietro a Colley e Yoshida nelle gerarchie. Anche la stessa Juventus che lo ha ceduto in prestito si aspettava più minutaggio per lui. Colantuono dovrà mettere al centro del mondo granata anche loro.

 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

 






Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News