Connect with us

News

La Salernitana e i prestiti dalla Lazio: da definire il futuro di sette calciatori

La Salernitana ha salutato Ventura e lavora per scegliere il profilo giusto per la panchina. Dalla scelta del nuovo tecnico dipenderanno anche quelle in sede di mercato, le valutazioni sui vari calciatori. Diciotto quelli di proprietà (clicca qui per leggere), tre quelli in bilico (clicca qui per leggere), mentre sono nove gli elementi che torneranno alle società di appartenenza per fine prestito: Capezzi alla Sampdoria, Jaroszynski al Genoa e ben sette alla Lazio (Karo, Dziczek, Gondo, Cicerelli, Maistro, Kiyine e Lombardi).

Il difensore cipriota e il playmaker polacco hanno preso contatto per la prima volta con il calcio italiano. Il classe ’96, preso dalla Lazio dal Pafos, ha avuto una certa continuità di impiego (29 presenze) con Ventura che, dopo la cautela iniziale, ha lanciato anche Dzicezk (20 presenze). Quest’ultimo ha mostrato discrete qualità tecniche, con una buona visione di gioco. Per i due un altro anno in granata, come proseguimento del percorso di maturazione, non è da escludere. Stesso discorso sul conto di Cedric Gondo. L’ivoriano è arrivato l’estate scorsa in punta di piedi e ha dovuto scalare le gerarchie; alla fine, ha realizzato sei gol e nove assist in 26 partite, dimostrando di dover migliorare ancora tanto però in fase realizzativa. Corsa e spirito di sacrificio, tuttavia, lo hanno reso un giocatore da tenere sotto osservazione e su cui poter puntare ancora. Sotto la lente d’ingrandimento ci sono anche Cicerelli e Maistro. L’ex Foggia, che a gennaio ha firmato con la Lazio rimanendo in prestito al cavalluccio, ha ricoperto vari ruoli in stagione con buone prestazioni, anche se a frenarlo spesso sono stati gli infortuni. Nel suo saluto social alla piazza non ha escluso la possibilità di calpestare ancora il prato dell’Arechi e la sensazione è che possa effettivamente essere così. Molto dipenderà anche da chi sarà l’allenatore e da quale modulo adotterà. Ondivaghe le prestazioni invece di Fabio Maistro che è calato, nel corso del torneo, dopo le discrete prove iniziali. Il calciatore di Rovigo, proveniente dalla Serie C, è riuscito a conquistare anche la chiamata in Nazionale Under 21, ma non è stato capace di regalarsi continuità e concentrazione nell’arco dei novanta minuti. L’ultimo ingenuo episodio è il rosso rimediato contro lo Spezia, a compromettere la rincorsa playoff della Salernitana.

Sofian Kiyine e Cristiano Lombardi sembrano i due più lontani a vestire di nuovo granata. Il belga marocchino, spesso e volentieri leader tecnico dell’ippocampo, resterà probabilmente in biancoceleste. Dopo l’esperienza negativa (2017/18) in massima serie col Benevento, Lombardi ha voglia di riprovarci. Il classe ’95, nonostante gli infortuni patiti, ha messo a referto 5 gol e 4 assist in 21 presenze, diventando pedina imprescindibile nello scacchiere tattico di Ventura. Il giocatore viterbese è al centro anche di qualche voce di mercato, come l’operazione Kumbulla col Verona e l’affare Fares con la Spal; in caso di nuovo campionato in cadetteria comunque Salerno avrebbe la priorità. Anche per lui si prospetta un ritiro pre-campionato con la Lazio da osservato speciale.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News