Connect with us

News

La salvezza in numeri: Djuric protagonista granata, Mikael il meno utilizzato

È tempo di bilanci e numeri: la Salernitana ha chiuso una stagione ricca di alti e bassi con un traguardo storico, quello della salvezza in Serie A. Si tratta del punto più alto raggiunto dalla società granata nella sua ultracentenaria storia, e tutto ciò è stato possibile grazie alla prestazioni dei calciatori, quelli presenti dall’estate e quelli arrivati a gennaio, dopo l’avvento di Iervolino e Sabatini.

Il protagonista assoluto è stato Milan Djuric: l’attaccante bosniaco (il club avrebbe offerto un rinnovo biennale con determinati bonus a cifre leggermente superiori) è stato il calciatore maggiormente utilizzato dai tre tecnici avvicendatisi sulla panchina granata. Ben trentacinque i gettoni di presenza collezionati dall’ex Bristol che però non è stato il calciatore ad aver trascorso più minuti in campo (è arrivato a 2.335). Meglio di lui hanno fatto Norbert Gyomber (2.665′ in campo) e Lassana Coulubaly, il quale ha giocato per 2.409 minuti. Chi, invece, ha giocato meno è Mikael: appena ottanta minuti per l’attaccante brasiliano, il cui futuro è tutto da scrivere.

A proposito di attaccanti, la palma di capocannoniere se l’è aggiudicata Federico Bonazzoli. Il numero 9, autore dell’ultimo gol stagionale ad Empoli, è arrivato a quota 12 reti tra campionato e Coppa Italia, tagliando il traguardo della doppia cifra in massima serie. Al secondo posto, Djuric Verdi (5 gol a testa) seguiti da Ederson Mamadou Coulibaly, arrivati a quota due gol, entrambi in quindici partite giocate. Djuric è protagonista anche nella classifica degli assist-man: ha servito 5 passaggi decisivi, due in più di Ribery. Si sono fermati a due i vari Zortea, Kastanos, Kechrida, Simy e Mazzocchi.

Per quanto concerne l’aspetto disciplinare, il titolo di calciatore più “cattivo” va a Gyomber: il difensore slovacco ha collezionato nove cartellini gialli, al pari di Ranieri. Kastanos e Ribery sono gli unici ad aver rimediato un cartellino rosso diretto (il francese dalla panchina dopo il parapiglia nel match col Cagliari) mentre Veseli, Fazio e Strandberg sono stati espulsi una volta a testa per somma di ammonizioni. Tornando, infine, all’impiego in campo, Zortea risulta essere il calciatore maggiormente utilizzato a gara in corso: è subentrato 16 volte su 23 presenze, mentre il calciatore più sostituito è Djuric (16).

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News