Connect with us

News

La storia di Perugia-Salernitana: solo 4 hurrà in 22 tentativi per i granata sul campo umbro

Sabato pomeriggio si giocherà la sfida numero 23 in Umbria tra Perugia e Salernitana e il bilancio dei precedenti non sorride ai granata. Nelle precedenti sfide i padroni di casa sono riusciti a vincere 9 volte e 9 sono stati i pareggi. Alla Salernitana è riuscito l’exploit solo quattro volte, l’ultimo addirittura nel 2004/05 in Serie B (0-1) grazie a un gol di Bombardini.

Sono solo due le partite giocate in… bianco e nero. La prima in assoluto è stata disputata in Serie C nel campionato 40/41: vinse il Perugia 1-0 grazie a un gol di De Angelis. Al secondo incrocio, la prima vittoria granata in uno dei campionati più importanti della storia. Nel 46/47 i ragazzi di Gipo Viani vinsero il campionato di Serie B ed espugnarono in stagione il campo di Perugia 1-3: segnò Elio Onorato, poi doppietta di Vincenzo Margiotta. Di Roccasecca il gol della bandiera locale.

Perugia e Salernitana si ritrovarono solo 36 anni dopo, in Coppa Italia. Era la stagione 82/83 e ci fu il primo pareggio della storia: 1-1, al gol di Zerbio rispose Giovanni Zaccaro. Medesimo risultato anche nella stagione 88/89 in Serie C. Ravanelli su rigore portò in vantaggio gli umbri, subito ripresi da Agostino Di Bartolomei. Dopo uno 0-0 nell’anno successivo, i granata trovarono tre sconfitte consecutive. Nel ’92 l’1-0 biancorosso portò la firma di Fusci, dodici mesi dopo decise Savi al 91’ (sempre 1-0 il finale). Nel ’94 il ko fu rotondo per il cavalluccio deciso da un immarcabile Giovanni Cornacchini, autore di una tripletta (3-0).

I granata ruppero la maledizione in Coppa Italia di C, sempre nella stagione 93/94, raggranellando un timido 0-0 che sancì l’eliminazione in semifinale dopo il 2-2 dell’andata (con tanto di rottura del gemellaggio tra le due tifoserie, nda). In quell’anno entrambe le squadre furono promosse dalla C alla B e nel successivo torneo cadetto i granata si presero la rivincita, trovando il secondo successo della storia in terra umbra. Finì 2-1 per il cavalluccio grazie alle reti di Pietro Strada e Giovanni Pisano; inutile il gol di Fiori. La Salernitana riuscì a bissare il successo anche dodici mesi dopo e sempre per 2-1. Marco Ferrante aprì le danze, sempre Pisano poi rimediò all’autogol di Grassadonia e portò i tre punti a casa.

Nel 97/98 fu 1-1: Milan Rapaic illuse gli umbri, Ciro De Cesare pareggiò i conti. A fine campionato fu Serie A per le due formazioni, ma in massima serie a festeggiare fu solo il Perugia: al Curi finì 1-0 con gol di Rapaic. Un paio d’anni di pausa, poi la sfida ritornò in Coppa Italia. Fu 2-1 per il team di Gaucci nel settembre 2000. Vittoria inutile ai sedicesimi: dopo il vantaggio di Vincenzo Chianese, Monaco e Bucchi ribaltarono il punteggio ma la Salernitana passò il turno in virtù dell’1-0 dell’andata. L’allenatore umbro era Serse Cosmi, lo stesso di oggi. Nel 2004/05 giunse la già citata vittoria granata – sotto la neve – regalata da Davide Bombardini: da quell’anno in poi il cavalluccio non è più riuscito a espugnare il Curi. Nel 2006/2007 in Serie C fu 1-1, con gol di Alessio Sestu e pareggio locale di Mocarelli. L’anno successivo portò la firma di Arturo Di Napoli il gol del pareggio, mentre il vantaggio umbro era stata opera del salernitano Mazzeo.

Sempre in Serie C (ribattezzata Prima Divisione) si disputò la sfida del 2014 che vide il ritorno al successo degli umbri. Decise un gol all’81′ del futuro granata Sprocati. Dopo il ritorno in B dei granata sotto l’era Lotito-Mezzaroma, infine, due pareggi e altrettante sconfitte. Nel 2015/2016 il rigore del campano Massimo Coda rispose al vantaggio di Rodrigo Aguirre. Dodici mesi dopo la sfida si giocò all’ultima giornata, con i granata senza motivazioni. Finì 3-2 per il Perugia: Coda portò in vantaggio i granata, subito raggiunti dopo un minuto da Matteo Ricci che in estate avrebbe cambiato maglia. Uno-due perugino con Di Carmine e Terrani, poi un gran gol del brasiliano Ronaldo Pompeu fissò il risultato finale. Due anni fa la sfida si giocò il 1 maggio e fu pareggio: Alessandro Rosina portò in vantaggio la Salernitana, ancora Di Carmine per l’1-1 finale. Infine, la gara dello scorso campionato persa dalla squadra di Gregucci per 3-1. Di Tiago Casasola il gol della bandiera ospite il 3 marzo 2019. Di seguito il tabellino del match:

TABELLINO   –   PERUGIA-SALERNITANA 3-1 (2018/19)

PERUGIA (4-3-1-2): Gabriel; Rosi, Gyomber, Sgarbi, Mazzocchi; Falzerano, Carraro, Dragomir (35’ st Kouan); Verre (46′ st Kinglsley); Sadiq, Melchiorri (21’ st Han). A disp. Bizzarri, Perilli, Felicioli, Bianco, Vido, Ranocchia, Bordin, Moscati, Falasco. All. Nesta.

SALERNITANA (3-4-1-2): Micai; Pucino (30’ st Orlando), Migliorini, Mantovani; Casasola, Minala (1’st Odjer), Di Tacchio, Lopez; A. Anderson; Djuric (18’ st Calaiò), Jallow. A disp. Vannucchi, Lazzari, D. Anderson, Vuletich, Gigliotti, Marino, Memolla, Mazzarani. All. Gregucci.

ARBITRO: Sig. Guccini di Albano Laziale (Lanotte/Macaddino. IV uomo: Di Martino)

NOTE. Marcatori: 28’ pt Verre, 31’ pt Sadiq (P), 35’ pt Casasola (S), 26’ st Han (P). Ammoniti: Carraro, Falzerano, Sadiq (P), Lopez, Odjer, Casasola, Mantovani (S). Espulso: Sadiq (P) al 9’ st per doppia ammonizione; Angoli: 7-3; Recuperi: 2’ pt e 5′ st; Spettatori: 8856 di cui 821 da Salerno.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *





Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News