Connect with us

News

Lacrime Crotone: “Strade si separano, Simy figlio adottivo”. La punta saluta gli ex tifosi

“Ciao Salerno! Grazie per avermi scelto”. Una breve frase su Instagram per presentarsi ai suoi nuovi tifosi. Che, a dire il vero, più che le parole a Nwankwo Simy chiedono i gol per la salvezza della Salernitana. Il giocatore classe 1992 ieri ha avuto il primo contatto con i nuovi compagni, lo staff tecnico e il centro sportivo Mary Rosy. Domenica a Bologna andrà in panchina. Indosserà la maglia numero 25, quella che gli ha portato bene a Crotone.

Il post sui social

“Il mio Crotone. Grazie di vero cuore, grazie per avermi adottato con tutti i miei difetti, grazie per aver aiutato un ragazzino della Nigeria a diventare un uomo responsabile, grazie per aver scritto il mio nome nella storia e per avermi aiutato a creare una bella famiglia”. È l’incipit del messaggio di addio che il centravanti ha scritto su Instagram ai suoi ormai ex tifosi, quelli rossoblu, definiti “la mia famiglia”. Ci sta, dopo che nel 2016 era arrivato in Italia dalla Serie B portoghese, riuscendo a siglare caterve di gol tra A e B, conquistando anche la convocazione nella Nazionale della Nigeria. “Sapevo che un giorno come questo sarebbe arrivato, ma per quanto strano possa sembrare mi sentivo impreparato”, continua Simy prima di rivolgersi alla Città di Crotone: “Tu mi hai insegnato ad essere forte e resiliente. Ti porterò nel cuore per questa nuova fase della mia vita e so che mi sosterrai anche a distanza. Grazie di vero cuore a tutti per avermi dato molto ma molto più di quanto possa meritare. ARRIVEDERCI”.

La nota del Crotone

Anche il club pitagorico ha voluto salutare Simy con una nota: “Un grande uomo prima che calciatore, un figlio adottivo della nostra città. Tantissimi gol, spesso e volentieri decisivi, e tante battaglie insieme. Le strade si separano, ma Simeon Nwankwo Simy legherà per sempre il suo nome alle imprese con il Crotone: in totale sono 159 le sue presenze in rossoblù, impreziosite da ben 66 reti. Oggi ci piace salutarlo con le sue parole, in cui c’è tutto il forte legame con la città e i colori rossoblù: “Crotone è casa mia, qui sono sempre stato bene con la mia famiglia e mi vogliono tutti bene”. A lui auguriamo di raggiungere ancora migliori traguardi: grazie Simeon… ad maiora”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News