Connect with us

News

L’addio di Gondo: “A Salerno devo tanto. Spero arrivi la salvezza”

Una pioggia di affetto ha accompagnato l’addio di Cedric Gondo alla Salernitana. Ieri l’attaccante si è ufficialmente trasferito alla Cremonese, oggi è intervenuto in diretta su SalernitanaNews: “Mi è dispiaciuto dover andare via. La società mi aveva accolto benissimo, come i compagni. Sono stato bene, ma il calcio è cosi. Ora penso alla Cremonese – ha dichiarato il classe ’96 -. Il direttore Sabatini mi ha spiegato la sua idea di calcio e abbiamo deciso di prendere strade diverse. Salerno mi ha accolto benissimo, ho ricevuto grande calore da parte dei tifosi. La piazza mi ha fatto crescere come uomo e come calciatore, sarò sempre grato ai salernitani. Avrei potuto segnare qualche gol in più con un pizzico di fortuna, ma sono contento di aver regalato una grande gioia al popolo salernitano. La doppietta col Venezia non la dimenticherò mai. Ogni tanto la riguardo e mi viene ancora la pelle d’oca. Immagino come avranno esultato i tifosi da casa, purtroppo lo stadio Arechi era vuoto. Sono felicissimo per le gioie che ho regalato. Con mister Castori abbiamo realizzato il sogno di tutti i salernitani. Molti miei compagni non sono potuti tornare in Serie A. Io ho avuto la fortuna di accordarmi con la Lazio per rescindere. A molti altri come me sarebbe piaciuto giocarsi quello che avevano conquistato sul campo”.

L’ex Rieti ha commentato questi mesi difficili, augurando però il meglio alla Salernitana: “Non eravamo forse pronti alla Serie A, ci mancava anche un po’ di esperienza. Da quando sono arrivato io però penso che non siamo stati fortunati ma abbiamo sempre lottato fino alla fine. Ringrazio sia Castori che Colantuono, mi hanno insegnato tanto e ho potuto mostrare le mie qualità. Il mese di gennaio non è stato semplice. C’erano grandissime difficoltà tra covid e infortuni e purtroppo sul campo si è visto che non eravamo al top. Ribéry? È talmente umile che non ti fa sentire inferiore, è uno che aiuta e dispensa consigli. A volte non ci credevo neanche io di essere in campo con lui. Lo ringrazio tanto per i moltissimi insegnamenti. Spero che la Salernitana si salvi, hanno preso giocatori importanti”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News