Connect with us

News

Lopez a La Città: “In quarantena mi sono laureato! Corro in garage, spero di riprendere presto per vincere qui”

L’allenamento in garage, niente playstation e tanta fiducia nella ripartenza per non vanificare il buon lavoro fatto fino a prima dell’interruzione. Walter Lopez, mancino uruguaiano tra i più esperti del gruppo granata di mister Ventura, ha descritto il momento suo e della squadra, costretta come tutti alla quarantena e allo stop forzato della routine da spogliatoio. Cerchiamo di goderci la famiglia, per noi calciatori che viviamo sempre lontano da casa anche questo è un piccolo lusso, poi ci alleniamo quotidianamente. La società ci ha mandato dei programmi basati sulla forza, io ho aggiunto qualcosina di mio perché ho un garage abbastanza lungo che mi permette di lavorare anche sulla corsa, alterno le due cose”, ha dichiarato l’ex beneventano sulle colonne del quotidiano La Città nell’intervista rilasciata a Stefano Masucci.
“La nostra speranza è ripartire il prima possibile e finire alla grande questo campionato, anche perché tornare a giocare significherebbe essere usciti da questa emergenza sanitaria. Dal lato sportivo la sosta ci permetterebbe di recuperare calciatori infortunati, quindi speriamo che tutto si risolva e che si ritorni in campo, questo è il pensiero di tutto il gruppo. Siamo in contatto quotidiano, c’è chi manda i giornali, chi manda video virali per strapparci un sorriso, chi scherza. Ci sono un paio di giocatori che vengono messi in croce, diciamo che c’è Maistro che è il più casinaro. – aggiunge Lopez – Nel tempo libero ho due figli piccoli, cerco di fargli fare i compiti e poi di fargli fare un po’ di movimento insieme a me, perché la quarantena è dura soprattutto per loro. Poi non sono un tipo da social né da Playstation, ho approfittato di questo tempo libero per laurearmi. Ho seguito un corso online che si tiene in Uruguay di gestione marketing sportivo e comunicazione. Il dopo carriera? Sono il più vecchio della squadra, ma al momento non ci penso a fermarmi. Almeno altri 4 anni voglio andare avanti, ormai l’età media si è alzata sensibilmente. Certo l’idea è rimanere nel calcio, mi piacerebbe creare un rapporto con l’Uruguay per fare da intermediario di calciatori”.
Dopo aver trascorso un anno a Salerno, dapprima tribolato per la salvezza ai playout e poi più sereno con la gestione Ventura, l’esterno sinistro commenta la stagione fin qui vissuta: Ci stiamo divertendo sicuramente di più, abbiamo la fortuna di essere allenati da un grande allenatore come Ventura, la piazza ha visto che la squadra fa il suo gioco. Poi c’è sempre questo confronto tra pubblico e società, ma noi non possiamo farci niente. Accettiamo fischi e applausi, come è giusto che sia da parte di chi paga il biglietto, ma non possiamo andare oltre al giudizio del campo. Io accetto le critiche, così come qualche parola buona. Sapevo dall’inizio che non avrei giocato sempre titolare, sarebbe stato stupido pensare o pretendere il contrario. Ma ho l’esperienza necessaria per capire il mio momento, il mio ruolo nella squadra. Ho accettato ogni scelta, preferisco fare meno partite ma fare bene in quelle in cui gioco. Nel mio piccolo provo sempre a dare un apporto, anche in allenamento, nello spogliatoio con qualche parola ai compagni, insomma sono felice di essere rimasto. Penso di aver fatto bene, mancano 11 partite e mi auguro di giocarne almeno la metà”. Infine, il sogno nel cassetto: “Ho un altro anno di contratto, quindi spero di rimanere. Vorrei vincere qui, non lo nascondo, sono molto amico di Ghigo Gori, mi ha raccontato cosa si prova a vincere a Salerno, vorrei quelle vivere emozioni”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News