Connect with us

News

L’ora del gigante: Simy scalpita, domenica può partire titolare con l’ex Bonazzoli

Ribéry è carico ma certamente ancora non pronto per giocare dall’inizio, Djuric sta recuperando dall’infortunio al ginocchio che gli ha fatto saltare la partita con la Roma e spera di strappare la convocazione per andare in panchina. A Torino potrebbe esserci finalmente spazio del primo minuto per l’altro acquisto offensivo di spessore del mercato estivo. Scalpita, Nwankwo Simy, che non vede l’ora di avere una chance dall’inizio.

Il nigeriano e l’ex di turno

Fabrizio Castori ci sta pensando. Chiaramente il giocatore non ha ancora i 90′ nelle gambe, sono trascorse solo tre settimane dal suo arrivo che si è verificato – come è noto – con condizioni atletiche non ottimali. Simy era ed è in ritardo di forma, ne è consapevole lui stesso. Ma in quest’ultima settimana, complice la sosta, ha recuperato molto terreno. Complici le condizioni non ottimali degli altri compagni di reparto, potrebbe quindi essere arrivato il momento di mettere ulteriore benzina nel serbatoio… giocando. Salvo sorprese, domenica potrebbe farlo dall’inizio in coppia con Bonazzoli nel 3-5-2 classico di Castori. Che, solo per il momento, non dovrebbe stravolgere nulla, anche se da qualche giorno ha iniziato a testare anche varianti con il trequartista (3-4-1-2) che potranno essere proposte quando a pieno regime staranno tutti bene, con Ribéry tra le linee.

Una coppia, mille motivazioni

Per adesso l’allenatore marchigiano – che ha a disposizione per il reparto offensivo anche l’acerbo Vergani e aspetta nuove su Gondo – sembra intenzionato a dare fiducia al duo Simy-Bonazzoli. L’ex Crotone ha già timbrato il cartellino nello stadio del Toro, in occasione di un pareggio ottenuto per 1-1 con la maglia pitagorica nella stagione 2016/17, la sua prima di Serie A. Di seguito il video della sua zampata:

Il partner offensivo di Simy sarà, come detto, Bonazzoli, che a Bologna si è distinto anche dal dischetto, mentre contro la Roma è stato costretto a fare reparto da solo, non disdegnando tanto sacrificio in fase difensiva. La punta del ’97 avrà delle motivazioni particolari e sarà animato da una gran voglia di riscatto: l’attaccante giunto in estate dalla Sampdoria, infatti, sarà fresco ex di turno. L’anno scorso ha siglato 3 gol in 22 partite tra campionato e Coppa Italia con la casacca del Torino: ritroverà molti vecchi compagni, con la voglia di farsi rimpiangere anche dai vecchi tifosi che non di rado l’avevano beccato pure sui social in una stagione certamente non da incorniciare per il team del presidente Cairo. Da un granata all’altro, Bonazzoli punta a consacrarsi in serie A.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News