Connect with us

Giovanili

L’Under 16 tiene testa al Benevento, ma deve arrendersi all’1-0 sannita. Landi: “Test positivo”

Campionato Under 16 Serie A e B, Girone C – 12ª Giornata

Benevento – Salernitana 1-0

TABELLINO

BENEVENTO: Diglio, Bracale, Todisco, Seminara, Talia, Barilotti, Strazzullo (34′ st Battisti), Citarella, D’Agosto (1′ st Giampaolo), Agnello (39′ st Moccia), Olimpio (34′ st Albano). A disp. Gestro, Foggia, Sorrettone, Guerra, Gargiulo. All. Formisano.

SALERNITANA: Pellecchia (1′ st Barone), Idioma, Imperiale (23′ st Cusati), Russo, Petrazzuolo, Perrone, Capone (12′ st Del Gaudio), Froncillo (29′ st Salerno), Eordea (1′ st Accietto), Esposito (12′ st Carolei), Dommarco (23′ st De Stefano). A disp. Lombardi. All. Landi.

Arbitro: Sig. Luongo di Napoli (Cristillo/Diana).

Marcatori: Giampaolo (B) al 4′ st. Ammoniti: Eordea (S), Froncillo (S), Petrazzuolo (S), Barilotti (B), Battisti (B), Talia (B). Recupero: 0′ pt – 4′ st.

 

 

La Salernitana Under 16 perde 1-0 in casa del Benevento imbattuto e primo in classifica, ma non senza destare più di qualche preoccupazione alla corazzata sannita.

Il primo brivido a correre sulla schiena del benevento è un calcio di punizione di Esposito che va vicino al gol. Poi pa Salernitana si chiude rimanendo compatta e provando a castigare i padroni di casa con un paio di ripartenze in cui è mancato l’ultimo passaggio per finalizzare. Il Benevento mette comunque sotto pressione la retroguardia granata, ma non riesce a sbloccare la partita e il primo tempo finisce a reti inviolate. Nella ripresa ci vuole un’amnesia di Petrazzuolo nella propria area di rigore a far sì che Giampaolo segni l’1-0 al 4′. I granatini non si danno per vinti nonostante l’assottigliarsi del tempo a disposizione e quando mancano una decina di minuti alla fine reclamano per un tocco di mani in area che l’arbitro non ravvisa. Ma il rammarico più grande è nell’ultimo minuto di recupero, quando Russo imbecca Salerno che insacca la palla in rete e l’assistente sbandiera un fuorigioco dubbio. Il Benevento può quindi esultare per i tre punti al triplice fischio e mantenere intatte le distanze dal Napoli, prossimo avversario della Salernitana.

 

 

Landi elogia la prova dei suoi che hanno giocato alla pari contro una squadra che sta dominando il campionato: “Dal punto di vista dell’impegno non posso dire niente ai ragazzi, molto bravi, un gruppo compatto. Hanno tenuto bene il campo fronteggiando i loro attacchi e ripartendo. Un paio di volte abbiamo rischiato di fargli male e abbiamo saputo soffrire il giusto, abbiamo fatto vedere quello che eravamo in grado di fare quando avevamo la palla. Peccato perché nel secondo tempo il gol è stato regalato da un nostro difensore. Oltre questo il rammarico è che ci è stato negato un rigore per fallo di mano e poi nel recupero c’è stato un gol annullato per fuorigioco che dalla panchina non sembrava affatto esserci“.

Nonostante il risultato questa partita in casa della miglior squadra del campionato ha il sapore di un test superato: “Noi questa partita l’aspettavamo proprio per capire se potevamo affrontare una corazzata del genere senza incappare in brutte figure dove anche la Roma aveva perso 4-0. Riuscire ad assorbire i loro attacchi e limitarli è motivo di plauso da fare ai ragazzi“.

Rimane però il brutto record dei granatini in trasferta, che lontano dal Volpe hanno ottenuto un solo punto finora: “È vero, in questo inizio di campionato si è evidenziato questo, forti tra le mura amiche e in difficoltà in trasferta. Ieri sulla carta era una partita ostica, ma ieri forse è stata anche la partita approcciata meglio fuori casa, forse proprio in virtù della forza degli avversari. Sicuramente dobbiamo migliorare lo score in trasferta, ma dal punto di vista di gioco e qualità le idee di rimangono invariate, certamente non andiamo fuori casa pensando di giocare diversamente da come faremmo al Volpe“.

Magari sarà uno spunto su cui lavorare durante la sosta natalizia che si avvicina, anche se ora è tempo di concentrarsi solo sulla prossima gara: “In questo momento non possiamo ancora pensare alla sosta natalizia, perché ora c’è un turno di riposo ma poi arriva al Volpe il Napoli secondo, quindi affronteremo un’altra corazzata e sarà un altro test per vedere se la squadra riesce a tenergli testa come fatto col Benevento. Poi nella pausa valuteremo fin dove siamo arrivati con la crescita e individueremo dove dobbiamo ancora crescere“.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in Giovanili