Connect with us

Calciomercato

Mercato: le scelte di Castori. Il tecnico a rapporto con Fabiani. Valutazioni su Lombardi

Summit di mercato (ed anche medico) questa mattina per la Salernitana. In agenda, un incontro tra Fabiani e Castori per parlare delle operazioni in entrata e in uscita del club granata. In mezzo pure le valutazioni sulle condizioni di Cristiano Lombardi (sarà ascoltato il medico sociale D’Arrigo) e sulla scelta di confermarlo o meno in lista anche per la seconda parte della stagione.

Lo anticipa il quotidiano “Il Mattino” oggi in edicola. Si parlerà delle trattative per Carretta del Cosenza e Di Gaudio del Verona. Uno esclude l’altro sul fronte sinistro dell’attacco granata. Entrambe le operazioni sono a buon punto. Toccherà a Castori decidere se preferire un suo pretoriano che però è fermo da inizio stagione oppure Carretta che ha già le valigie pronte dalla Sila. Di Gaudio è stato già alle dipendenze del tecnico di Tolentino ai tempi del Carpi dei miracoli (che face la storica scalata in serie A) ed è uno specialista in promozioni in massima serie (ben quattro all’attivo con Carpi, Parma, Verona e Spezia). La sua carta d’identità comincia ad essere sbiadita dal tempo (’89) e il fatto che non giochi da quasi sei mesi può essere un handicap. Il Verona sarebbe ben lieto di cederlo a parametro zero, ma la Salernitana sta provando a beneficiare di un incentivo all’esodo da parte dell’Hellas per avere maggiore libertà di manovra sull’ingaggio dell’attaccante palermitano assistito da Manuel Montipò che ha anche in procura Niccolò Giannetti (sempre sondato dal Pescara che valuta pure Karo).

carretta

Carretta è un anno più giovane di Di Gaudio. Il classe ’90  ha il contratto in scadenza con il Cosenza ed il suo agente, Jerry Palomba, intende fargli cambiare aria. La Salernitana è sulle tracce. L’entourage dell’ex Ternana spinge per un biennale con opzione per il terzo anno. La Salernitana risponde con un contratto fino a giugno ed opzione per altri due anni. Le cifre sono abbordabili (circa 150mila euro all’anno). Carretta è un mancino che spesso viene impiegato a piede invertito per favorire gli “strappi” sulla fascia. Con i lupi quest’anno ha messo a segno tre reti. Si tratta del classico gregario capace di fornire assistenza per le torri soprattutto se schierato sul “binario”.

 

Last but not least il braccio di ferro con il mancino Marko Pajac (’93) del Cagliari. La casella del terzino sinistro, o cursore di fascia che dir si voglia, è la più delicata e probabilmente la più vuota nella rosa granata.

La Salernitana ha bisogno come il pane di un giocatore in quel ruolo e di quel tipo che possa sostituire (o far rifiatare) Lopez. Castori ha dato l’ok per Pajac già da tempo, ma la trattativa si è arenata sul più bello. Che non significa che sia tramontata. Il cursore mancino temporeggia, il suo agente chiede la luna e dice che c’è la fila anche in massima serie. Il club granata resta alla finestra. Per il momento le parti sono ancora distanti, ma c’è un cauto ottimismo. Il mancino chiede un contratto da 1milione e 250mila euro fino a giugno 2023. Praticamente 500mila euro a stagione a cui vanno aggiunti 250mila euro fino a fine campionato. L’impressione è che se ne dovrà riparlare quando i tempi (e le parti) saranno più maturi.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in Calciomercato