Connect with us

Calciomercato

Mercato, summit in sede. Castori: “Coulibaly completa ventaglio, valutiamo Pajac”. E sull’attacco…

Domani aprirà i battenti il mercato di gennaio e la Salernitana ha individuato gli obiettivi per non farsi trovare impreparata al pronti-via. Ieri c’è stato un summit nella sede sociale granata, come si legge sulle pagine del quotidiano Il Mattino oggi in edicola, tra l’allenatore e la dirigenza. Un centrocampista è già in arrivo (Coulibaly, clicca qui per leggere), un esterno mancino andrà scelto (Pajac è pista calda, clicca qui per leggere) e poi… bisognerà capire cosa fare in attacco, cessioni permettendo per non strabordare dalla lista over.

“Bisogna fare attenzione a non creare facili illusioni. Spesso il mercato è ingannatore, prendi giocatori non utilizzati da altri e non hanno condizione, poi ci vuole un mese per rimetterli in forma e rischi di sbagliare. Per questo cerco di prendere giocatori che conosco, se posso, perché mi piace ridurre al minimo le percentuali di errore. – ha detto Castori nella conferenza stampa mattutina pre-Pordenone, aprendo una parentesi mercatoCoulibaly ha caratteristiche che non abbiamo in rosa, completerebbe il parco centrocampisti, perché non ne abbiamo uno simile. Il ventaglio si completa, la rosa prende un petalo più assortito. Pajac lo abbiamo valutato, ci può servire, abbiamo un solo mancino: Lopez sta facendo un grande campionato, ma avere un’alternativa potrebbe servirci. Confermo questi due nomi ma ci siamo fermati qui, il mercato deve ancora cominciare e la società valuterà se capiterà qualcosa, ma non posso dire cose che non abbiamo ancora messo in programma”. Insomma, il trainer conferma le indiscrezioni lanciate nei giorni scorsi e implicitamente che, di fatto, Baraye partirà perché… mai entrato nei radar.

“Questa squadra non ha bisogno di stravolgimenti, ha fatto un girone d’andata straordinario. – ha aggiunto il trainer marchigiano – È normale ritoccare un organico ma bisogna prendere giocatori funzionali alla causa. Leggo tanti nomi che sono buttati così, a vanvera. Pettinari? Non so se vuole o non vuole venire, mi fa piacere che chi ho allenato abbia piacere di tornare con me“. Certamente, quando Djuric è costretto a uscire o finisce la benzina, la Salernitana perde molto. Gondo, quando chiamato in causa, non ha mostrato di essere affidabile come lo era l’anno scorso. C’è necessità di una punta di stazza come alternativa al bosniaco? “Abbiamo Gondo e Giannetti, uno come Djuric è difficile rimpiazzarlo, bisognerebbe clonarlo.risponde Castori – La squadra deve anche sapersi adattare a gestire giocatori con caratteristiche diverse; ho poco utilizzato Giannetti e Gondo, quest’ultimo ha anche avuto un infortunio. Ma ho massima fiducia in entrambi”. 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in Calciomercato