Connect with us

News

Mou studia Salernitana e Serie A: “Oggi si gioca meglio, difendere non basta”

La Roma che domenica farà visita alla Salernitana ha iniziato col piede giusto. La squadra di José Mourinho ha superato per 3-1 la Fiorentina con i gol di Mkhitaryan e Veretout, quest’ultimo autore di una doppietta. Una Roma che arriverà all’Arechi orfana di Zaniolo (espulso dopo 52 minuti di gioco) ma con la consapevolezza di doversi far trovare pronta. “La partita è stata molto bella, anche se non abbiamo giocato molto bene” ha commentato, soddisfatto, il tecnico giallorosso a margine della vittoria sulla compagine gigliata. “Mi è piaciuto lo spirito di sacrificio, abbiamo avuto difficoltà però che non mi aspettavo. In superiorità numerica abbiamo perso nella pressione stranamente, mentre dopo aver perso Zaniolo siamo rientrati nel gioco e abbiamo avuto l’opportunità di segnare con Abraham. Dopo il 2-1 poi abbiamo fatto il 3-1 e controllato la partita”, ha spiegato ai microfoni di Dazn lo Special One.

All’Arechi il tecnico lusitano difficilmente darà spazio alla coppia d’attacco composta da Abraham e Shomurodov: “Non è facile lasciare in panchina Eldor che ha segnato 3 gol in 3 partite. Può giocare a sinistra, può giocare con Abraham, ma in questo momento entrambi sono un po’ indietro perché si sono aggregati dopo con noi. Abbiamo delle soluzioni, però posso dire che ho visto spirito, solidarietà, organizzazione difensiva, poi dal punto di vista offensivo miglioreremo piano piano”. Il tecnico prima di Roma-Fiorentina ha seguito anche la sfida tra Bologne e Salernitana: “Il calcio ha avuto un’evoluzione in questi 10 anni e c’è più preoccupazione per la qualità del gioco. Difendere bene non basta. Ho visto un po’ di Udinese e Bologna, oggi si gioca meglio, senza perdere la natura, l’essenza e il DNA, oggi si gioca molto bene”.

Era importante vincere la prima. Il mister ci ha chiesto di vincere. Abbiamo sofferto, la Fiorentina gioca molto bene, ma siamo rimasti compatti. Con la forza dei tifosi di tutto lo stadio abbiamo dato di più nel secondo tempo e segnato 2 gol” è stato invece il commento di Veretout, protagonista del match dell’olimpico. Parole a cui hanno fatto eco quelle di Ibanez: “Non avevo mai giocato davanti ai tifosi della Roma. È stata una serata incredibile, non la dimenticherò mai. Abbiamo fatto bene, una partita, è stato difficile dopo il pareggio ma alla fine abbiamo vinto”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News