Connect with us

News

Moviolone Ascoli-Salernitana, c’è solo un rigore per i granata. Dubbi sul fallo del 2-0 bianconero

Tante emozioni al Del Duca, l’Ascoli vince 3-2 e condanna la Salernitana a uscire, momentaneamente, dalla griglia playoff. Direzione tutto sommato pulita quella dell’arbitro Federico Dionisi, che nel primo tempo lascia correre e sventola cartellini solo nella ripresa. I granata tirano e segnano un rigore e ne chiedono altri due, ma il vero dubbio della gara resta l’episodio del 2-0 dell’Ascoli.

La punizione di Ninkovic del 16’ è il primo caso su cui riflettere (l’angolo da cui nasce l’1-0 è netto, punizione deviata dalla barriera in corner). Akpa Akpro perde palla, l’azione dell’Ascoli si sviluppa sulla fascia mancina e poi lo stesso Akpa atterra Morosini: dal replay si vede che il calciatore ivoriano sbraccia leggermente, ma l’ex Avellino cade davvero con troppa facilità. Non fischiare non sarebbe stata una scelta sbagliata, situazione al limite. Cerca 20 minuti dopo Giannetti viene imbeccato da Kiyine e poi chiede penalty, ma è lui a cercare il contatto con Ferigra e non viceversa: giusto lasciar correre.

Il secondo tempo si apre con il 3-0 di Trotta (errore di Billong, tutto regolare) e poi arriva il primo giallo: all’11’ Cerci accelera e Morosini entra duro affondando il tackle. Cartellino sacrosanto. Quattro minuti dopo la Salernitana accorcia: il cross di Lopez è nettamente deviato con il braccio da Ferigra, rigore sacrosanto che Kiyine trasforma. Al 71’ giallo anche per Trotta che interviene in ritardo proprio sul marocchino. Il primo ammonito della Salernitana è Lopez al 76’, l’uruguayano è costretto al fallo tattico per non lasciare scappare Cavion. Dopo il 3-2, animi caldi. All’87 Troiano strattona Gondo e si prende il giallo, poi l’attaccante granata due minuti dopo protesta troppo con l’arbitro per un fallo non concesso: altro cartellino.  L’ultima emozione del match la regala Kiyine: il numero 13 entra in area dalla sinistra e poi va a terra: non c’è contatto con Ferigra, si spengono le speranze del cavalluccio.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News