Connect with us

News

Moviolone Benevento-Salernitana, straordinari per Illuzzi: c’è offside Akpa su gol annullato a Giannetti

Una partita dai tanti impegni per l’arbitro Illuzzi di Molfetta. Il derby del Vigorito di ieri è stato molto impegnativo dal punto di vista delle decisioni disciplinari, con i ventidue in campo (più le panchine) animati da grande furore agonistico. Complessivamente positiva la gestione di gara del fischietto pugliese, anche se il Benevento recrimina per la mancata espulsione di Gondo.

Illuzzi prova subito a tenere a bada la partita. Al 13′ il primo giallo della partita se lo becca Jaroszynski per fallo su Kragl davanti alla panchina di Inzaghi: il pestone c’è, il cartellino pure. Al 21′ Su spizzata di Djuric, Gondo brucia Caldirola in velocità ed è lanciato a rete, ma Illuzzi ferma il gioco per un gomito alto di Djuric su Letizia: giusta la chiamata. Poco dopo, giallo a Maistro per fallo su Maggio: cartellino che c’è anche per la platealità dell’intervento, probabilmente però viziato dalla perdita di equilibrio dell’ex reatino sul piede d’appoggio, più che dalla reale intenzione di effettuare un tackle pericoloso. Al 27′ Maggio ferma Kiyine fallosamente sull’out mancino: ammonizione giusta e puntuale per il calciatore del Benevento. Sul calcio di punizione seguente, una vera e propria tonnara in area piccola sannita: la maglia di Djuric si allunga pericolosamente, ma Migliorini travolge contemporaneamente due difensori avversari. Fallo di confusione, punizione pro difesa. Un minuto più tardi, giallo eccessivo ai danni di Kiyine per intervento su Hetemaj: il marocchino scivola involontariamente e frana addosso all’ex compagno al Chievo, l’arbitro è fiscalissimo nell’occasione. Poco dopo la mezzora, altro giallo del match per il giallorosso Caldirola, autore di un netto fallo di ostruzione sul treno alta velocità Lombardi. Al 36′ proteste vibranti del Benevento perché Maistro, già ammonito, tira la maglia di Schiattarella in percussione centrale. Illuzzi non opta per il secondo cartellino. Giallo che poteva starci anche su Hetemaj (40′) che atterra in maniera intenzionale Akpa, peraltro a gioco fermo, poco dopo il centrocampo. Si accende un parapiglia, Illuzzi controlla con le buone. Netta l’ammonizione a Viola per simulazione in area granata: tuffo eloquente accanto a Jaroszynski che quasi si scosta.

Nella ripresa al 16′ gol annullato ad Insigne: su tiro di Hetemaj deviato da Sau, quest’ultimo era in fuorigioco anche se di poco. Altra bandierina alzata al 21′, col netto offside del fratello d’arte su imbucata di Schiattarella. Giustissimo il giallo al 23′ per Gondo che mette il braccio attorno al collo di Hetemaj per liberarsi al limite del’area di rigore. tre minuti più tardi, l’ivoriano entra in ritardo su Caldirola: avrebbe potuto esserci il secondo giallo ma Illuzzi decide di graziare l’attaccante granata, tra le proteste beneventane (ammonito Inzaghi nell’occasione). Accesissimo il finale: al secondo minuto di recupero viene annullato un gol a Giannetti per fuorigioco su Akpa Akpro che gli aveva servito l’assist: pochi centimetri, ma l’ex Tolosa sembra oltre la linea. Protestano dalla panchina di Ventura. Ancora più tardi, espulsione sacrosanta per Improta che entra in ritardo e col ginocchio alto su Aya, peraltro gratuitamente

 

3 Commenti

3 Commenti

  1. Salernitano

    03/02/2020 at 12:13

    Scusate se ve lo dico ma la linea è tirata malissimo. Per una questione di prospettiva non può essere parallela a quella dell’area di rigore.
    Se è fuorigioco è molto meno netto di quanto evidenzia la linea che avete tracciato

    • Michele

      03/02/2020 at 14:16

      Secondo me per quello che può valere il gol era buono…

  2. Ciccaboom

    03/02/2020 at 15:29

    bha! A me il fuorigioco sembra che non ci sia…

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *





Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News