Connect with us

News

Moviolone Pescara-Salernitana: prova sufficiente di Minelli, granata protestano per un rigore non concesso

Prestazione sufficiente in una partita corretta quella di Daniele Minelli della sezione di Varese, arbitro che ieri ha diretto la sfida tra Pescara e Salernitana. Pochi, pochissimi gli episodi dubbi verificatisi nel corso dei 90′ come confermano anche i rari casi in cui i calciatori in campo hanno protestato.

Non sono mancati però i provvedimenti disciplinari: 6 i calciatori ammoniti, due del Pescara e i restanti quattro su sponda granata. Cartellini gialli comminati correttamente a partire da quello a Busellato dopo 7′: l’ex di turno entra in maniera scomposta su Cicerelli infortunandosi e costringendo anche l’avversario ad abbandonare anzitempo il terreno di gioco. Sacrosanto anche il cartellino giallo a Memushaj, costretto a fermare Lombardi con una vistosa trattenuta dopo 11′. Il centrocampista albanese subisce lo stesso tipo di intervento da Jaroszynski alla mezz’ora e anche in questo caso l’ammonizione ci sta tutta.

Il quarto ammonito è Gondo per un intervento in ritardo su Masciangelo al 63′. Dieci minuti dopo giallo ingenuo per Kalombo il quale allontana la sfera ritardando la battuta di una rimessa laterale da parte dei padroni di casa. Nel finale ammonito Giannetti che, nel tentativo di anticipare Drudi, si scontra con l’avversario commettendo fallo.

Tre invece gli episodi dubbi: al 44′ Dziczek ferma fallosamente Memushaj diretto verso l’area di rigore ma Minelli fa segno di proseguire scatenando le proteste dei biancazzurri. Al 49′ Drudi atterra Djuric al limite dell’area: l’arbitro concede la punizione ma non ammonisce il difensore abruzzese, il giallo poteva starci. Proteste anche al 78′ quando Akpa Akpro, in area di rigore, sbatte su Drudi reclamando un calcio di rigore i cui estremi sembrano non esserci.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *





Advertisement
Advertisement

Altre news in News