Connect with us

News

Moviolone Salernitana-Cremonese: impennata di episodi nella ripresa, decisioni pulite di Baroni

Una serata impegnativa per il signor Baroni di Firenze con cinque espulsi, compresi i rossi mostrati alle panchine, e due rigori concessi alla Salernitana. Decisioni pulite per l’esperto fischietto all’Arechi.

Gli episodi del moviolone che riguardano il fischietto toscano iniziano al 14′, quando poteva starci il giallo per fallo di Zortea che ferma Lombardi poco dentro la metà campo della Cremonese: l’ex Venezia si era liberato bene e poteva avere campo davanti. Giallo che ancor più poteva starci al 20′ con Bianchetti che alza il piede a martello su Maistro: Baroni accorda il calcio di punizione ma tiene nel taschino il cartellino. Un minuto e mezzo più tardi la Salernitana protesta in maniera vibrante per un intervento scomposto di Ravanelli su Giannetti in area di rigore: entrataccia tra pallone e piede dell’attaccante, per Baroni è solo palla, ma i dubbi restano e poteva starci anche la massima punizione.

Nel secondo tempo dopo un paio di minuti l’arbitro grazia Maistro (era diffidato) sul tackle ai danni di Mogos. Il primo a finire sul taccuino dei cattivo è Arini (7′) per fallo su Lombardi. Sacrosanto pure il giallo per Lopez al 18′: vistosissima la trattenuta dell’uruguagio sotto gli occhi di Baroni. Al 26′ rigore per la Salernitana e rosso per la Cremonese che ci sono: seconda ammonizione per Arini che si getta a terra girato di spalle nel disperato tentativo di murare una conclusione di Di Tacchio, ci riesce ma lo fa toccando palla col gomito. Azione fortuita, ma da regolamento le decisioni arbitrali sono corrette. Pochi minuti dopo nella stessa azione Baroni estrae il giallo ad Akpa e il rosso diretto a Lombardi: quest’ultimo a gioco fermo calcia rabbiosamente un pallone lontano, rischiando di colpire l’arbitro. Un’ingenuità non da calciatore maturo, soprattutto visto il momento particolare della partita con l’inerzia tutta a favore dell’ippocampo: Baroni è inflessibile ed estrae il cartellino rosso. Nell’uscire, Lombardi non usa parole tenere: si attende il comunicato del giudice sportivo che potrebbe anche comminargli più di un turno di stop. Nettissimo il rigore in favore della Salernitana al 94′: Claiton non si accorge di Gondo alle sue spalle, alza la gamba per arrivare al pallone ma scalcia l’attaccante campano. Nell’occasione i lombardi protestano per la posizione dell’ex reatino nel ricevere il pallone, ma il suo scatto non è affatto in offside: c’è Crescenzi a tenerlo in gioco. Finale nervosissimo con due espulsioni per la panchina della Cremonese (compreso il tecnico Bisoli) e una per la panchina granata, comminata al team manager Avallone.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News