Connect with us

News

Moviolone Salernitana-Foggia: Baroni grazia Boldor, ineccepibile il rosso a Gerbo

Metro di giudizio univoco quello usato dall’arbitro Niccolò Baroni per tutta la gara tra Salernitana e Foggia. Il fischietto di Firenze non ha paura di estrarre cartellini e il primo lo mostra dopo solo 8’ a Gerbo, che si scontro con Vitale al limite dell’area dopo che il terzino era riuscito in qualche modo a far passare il pallone. La partita non è mai cattiva, ma i cartellini saranno decisivi. Il secondo lo prende Castiglia per una scivolata scomposta su Kragl al 43’. Nella ripresa il Foggia prova ad alzare il baricentro e la Salernitana si affida a Jallow per ripartire, il tema è già chiaro dopo 4’ quando Boldor viene ammonito perché ferma sul nascere lo scatto del gambiano che voleva dare l’avvio al contropiede granata. Al 16’ si becca il giallo anche Schiavi che colpisce Mazzeo a palla già scaricata. La partita poi cambia. Prima Boldor viene graziato sulla leggera trattenuta a Bocalon, che era in vantaggio e stava per entrare in area, ma che invece va giù troppo facilmente inducendo Baroni a sorvolare. In caso di fischio il cartellino sarebbe stato automatico e sarebbe stato il secondo, tra l’altro per un arbitro severo poteva addirittura essere rosso diretto per chiara occasione da gol interrotta. Poi il secondo giallo lo prende ineccepibilmente Gerbo, con una scivolata dura e in netto ritardo su Rosina. I padroni di casa tardano comunque a risvegliarsi e i pugliesi prendono tempo, infatti i minuti di recupero assegnati sono cinque. Al secondo di questi la Salernitana trova il gol da tre punti di Vitale, dopo cui Migliorini ripaga platealmente il tempo fatto passare precedentemente dagli avversari: allontana il pallone dal punto del calcio di inizio e viene ammonito. Tra questo e l’esultanza sfrenata di Vitale sotto la Curva Sud Siberiano, il direttore di gara concede un minuto in più di recupero, che comunque non basta al Foggia, nonostante Micai rischi di renderlo memorabile con un siparietto con Iemmello. Il portiere aspetta la pressione dell’attaccante per prendere fra le mani il pallone, Iemmello quasi in segno di resa gli dà una pacca amichevole sulla nuca e l’ex Bari, dopo averci pensato un attimo, va giù fulminato per poi rialzarsi immediatamente e far intendere stesse scherzando. Episodio stranissimo che poteva anche costare qualche provvedimento disciplinare da parte di Baroni, il quale invece probabilmente fa finta di essere distratto. Può allora vivere un Natale tranquillo la Salernitana, come è stato quello dell’arbitro fiorentino.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News