Connect with us

News

Niente divorzio, Rosina resta fino a giugno: un anno da fuori lista (con eventuale premio se…)

Per la prima volta nella gestione di Claudio Lotito e Marco Mezzaroma, la Salernitana terrà a busta paga un calciatore per un anno intero senza inserirlo in lista. A meno di clamorosi e improbabili ripensamenti (che dovrebbero però essere figli anche di altrettanto sorprendenti partenze verso l’estero di calciatori attualmente vincolati con la Salernitana nella lista over), Alessandro Rosina terminerà la stagione… a casa, allenandosi da solo a Torino e percependo regolarmente lo stipendio che, complessivamente, ammonta ad oltre 300mila euro annuali.

La società granata ha consegnato l’altro ieri in Lega B le liste definitive (massimo 18 over, illimitati under che per i granata sono 6). Fin da inizio stagione aveva deciso di non puntare sull’ex Zenit, escludendolo finanche dal ritiro. Nessuna soluzione è stata trovata all’epoca con il procuratore-fratello del fantasista, Fabrizio, né tantomeno a gennaio. Niente rescissione, che pure avrebbe dovuto prevedere un sostanzioso incentivo all’esodo, né cessione del cartellino: difficile, del resto, trovare una sistemazione con facilità a un calciatore lontano da sei mesi da impegni agonistici ufficiali. Insomma, Rosina resterà un tesserato della Salernitana, pur fuori lista, fino al prossimo 30 giugno. Secondo quanto riferito nell’edizione odierna dal quotidiano Il Mattino, inoltre, percepirà pure un eventuale premio promozione di 40mila euro, pur senza aver mai messo piede nello spogliatoio guidato da mister Ventura. Un paradosso, ma… lo dice il contratto.

Da quanto esistono le liste over bloccate in serie cadetta, soltanto una volta era capitato di tener fuori un calciatore per un’intera stagione (nel 2008/09 fu Enzo Fusco a restare fuori, tuttavia per riprendersi da un infortunio). L’anno dopo, fu Di Napoli a rompere con l’allora presidente Lombardi. Ma Re Artù trovò il modo di rescindere e accasarsi nei dilettanti, al Messina, a stagione in corso. Per trovare esempio più vicini nel tempo, nel campionato 2015/16 Andrea Nalini iniziò fuori lista per motivi fisici, salvo poi essere reintegrato a febbraio dopo la cessione in Cina di Gabionetta. L’anno successivo toccò al carneade Antonio Grillo restare fuori i primi sei mesi di campionato, salvo poi essere reintegrato per trovare spazio in panchina in una manciata di occasioni nel girone di ritorno. Nello scorso torneo, invece, fu Signorelli ad essere tenuto fuori rosa: a gennaio, con la riapertura delle liste, decise di cambiare aria e fu ceduto al Voluntari in Romania.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *





Advertisement
Advertisement

Altre news in News