Connect with us

News

Nuova proprietà a Rieti (con Pavarese ds): “idillio” con Salerno destinato a finire

Il filo diretto Rieti-Salerno (e viceversa, soprattutto) potrebbe recidersi. Il patron del sodalizio amarantoceleste, infatti, è ormai un ex: Riccardo Curci ha ceduto la società a una cordata campana rappresentata da Giuseppe Troise, che porterà nel Lazio il direttore sportivo Gigi Pavarese, nel tentativo di aggiustare una squadra che – costruita in estate con tantissimi prestiti dalla Salernitana e guidata da Mariani, ex tecnico delle giovanili granata – ha finora fatto una fatica tremenda nel campionato di terza serie, girone C. Solo 2 punti raggranellati in 9 partite per il Rieti, che presto potrebbe vedere il suo bottino ulteriormente depauperato, con segno meno, in virtù della ventilatissima penalizzazione in classifica, a causa del mancato pagamento degli stipendi di luglio e agosto alla scadenza del 16 ottobre. Avrebbe dovuto essere la nuova proprietà ad accollarsi tutto, ma pare che ciò non sia avvenuto.

Troise e Pavarese saranno a Rieti nelle prossime ore per convincere la squadra a scendere in campo nel prossimo turno, provando a rassicurare i calciatori. Tra questi, ben nove sono di proprietà della Salernitana (il portiere Lazzari, i difensori Granata, Diallo, Sette ed Esposito, il centrocampista Marino, gli attaccanti Bartolotta, Del Regno e De Sarlo), a cui vanno ad aggiungersi i tre freschi ex (molti del settore giovanile) dell’ippocampo, come i centrocampisti Poddie, Arcaleni e Zampa. Insomma, un legame importante che ha portato gli ultras reatini – chiaramente scontenti per i risultati scarsi – a contestare finanche il ds della Salernitana, Fabiani (clicca qui per leggere). La penalizzazione è scontata, dopodiché toccherà alla nuova proprietà – rimasta segreta fino a poche ore fa, visto che la trattativa di cessione era stata condotta da un intermediario – far luce su quello che potrà essere il destino del Rieti. Che, se dovesse essere confermata la bontà del progetto che coinvolge Pavarese, potrebbe tranciare il cordone con Salerno.

La curiosità è che per il secondo anno consecutivo, la Salernitana veicola un numero cospicuo di calciatori da essa controllati a una società che poi si rivela in gravi difficoltà: l’anno scorso, infatti, accadde una cosa molto simile con il Pro Piacenza (di proprietà dello sponsor di Salernitana e Lazio fino alla scorsa annata) poi radiato durante la stagione.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News