Connect with us

News

Occasione sprecata all’Arechi: il Monza batte la Salernitana con una doppietta di Balotelli

SALERNITANA (3-5-2): Belec; Bogdan, Gyombér Veseli; Casasola (40′ st Cicerelli), Capezzi (40′ st Anderson), Di Tacchio (40′ st Schiavone), Kiyine (35′ st Coulibaly), Jaroszynski (36′ st Kupisz); Tutino, Gondo. A disp: Adamonis, Mantovani, Sy, Aya, Boultam, Kristoffersen, Durmisi. All: Bocchini.

MONZA (3-5-2): Di Gregorio, Scaglia, Paletta, Pirola; Sampirisi, Frattesi (40′ st D’Alessandro), Scozzarella (27′ st Barberis), Colpani (35′ st D’Errico), Carlos Augusto; Diaw (35′ st Balotelli), Mota Carvalho. A disp: Sommariva, Rubbi, Robbiati, Saio, Ricci, Magli. All: Brocchi.

Arbitro: Abbattista di Molfetta (Mondin/Dei Giudici). IV uomo: Paterna di Teramo

Note: Marcatore: 4′ st Frattesi, 6′ st Gondo, 37′ st e 46′ st Balotelli; Angoli 3-6; Ammoniti: Casasola, Veseli (S); Balotelli, Pirola (M); Recupero: 3′ st


Il Monza espugna l’Arechi e la Salernitana spreca una ghiottissima occasione. L’attesa sfida tra granata e lombardi viene decisa da Mario Balotelli, a quota quattro gol in questo campionato di cui tre segnati proprio all’ippocampo. Sono stati gli ospiti a sbloccare il risultato con Frattesi ad inizio ripresa dopo un primo tempo di sostanziale equilibrio, per poi ritornare in vantaggio in maniera rocambolesca dopo il momentaneo 1-1 siglato da Gondo prima del definitivo 1-3, ancora con l’ex Milan a segno. Una sconfitta che lascia l’amaro in bocca, soprattutto per il risultato del ‘Via del Mare’ dove il Lecce ha perso per 3-1 contro il Cittadella. Nella lotta per il secondo posto si ripropongono proprio i brianzoli, ora a meno due punti dalla Salernitana.

LA CRONACA. La Salernitana torna al 3-5-2 con Kiyine mezzala sinistra e la coppia Gondo-Tutino in attacco. Modulo speculare per il Monza, con Brocchi che punta su Diaw e Mota Carvalho in avanti. La partita è subito intensa e dopo quattro minuti i padroni di casa protestano subito per un contatto tra Frattesi e Gondo in area di rigore: il centrocampista brianzolo arriva in corsa sul centravanti ivoriano che va giù ma per l’arbitro Abbattista di Molfetta, posizionato a pochi passi, non ci sono gli estremi per il penalty. Le prime vere occasioni però sono di marca lombarda: all’11 ci prova Frattesi con un sinistro di prima intenzione sugli sviluppi di un calcio d’angolo ma la sua conclusione viene deviata in corner da Casasola. Ancora dopo un tiro dalla bandierina, questa volta dalla sinistra, Gondo allontana la palla di testa servendo un assist involontario a Sampirisi che col destro da fuori area mira all’incrocio, trovando prima la respinta di Belec e poi il palo al dodicesimo minuto. Dopo il primo quarto d’ora quasi tutto in favore del Monza, la Salernitana viene fuori e prova a rendersi pericolosa, soprattutto con Kyine e Casasola le cui giocate però si rivelano spesso inefficaci. Al 38’ altro episodio dubbio nell’area di rigore ospite dove Tutino viene chiuso da Pirola: l’attaccante granata va giù ma in questo caso il contrasto sembra essere regolare. La prima vera occasione per l’ippocampo nasce al 44’ quando Kiyine, dopo essersi accentrato dalla sinistra, lascia partire un destro velenoso che viene deviato da Paletta e poi respinto da Di Gregorio.

La ripresa si apre senza cambi ma con un clamoroso errore che spiana la strada al Monza: al 4’ Gyomber e Di Tacchio si scontrano, permettendo a Frattesi di involarsi verso la porta e di battere l’incolpevole Belec. La Salernitana non si fa scoraggiare e nel giro di due minuti trova il gol del pareggio con Gondo che, servito magistralmente da Capezzi, batte Di Gregorio col colpo sotto, trovando il terzo gol nelle due ultime partite. Un episodio che rinfranca la Salernitana che riesce anche a guadagnare metri col passare dei minuti. Al 61’ Kiyine prova ad impensierire l’estremo difensore avversario con un colpo da biliardo ma Di Gregorio blocca senza grandi problemi. Il numero 31 granata si fa vedere ancora una volta al 65’ dopo una bella combinazione con Gondo ma la sua incursione termina con un calcio d’angolo. Passano due minuti e il Monza risponde, col solito Frattesi che serve un pallone invitante al centro dell’area sul quale arriva Mota Carvalho che calcia di forza sparando alle stelle. Al 27’ ancora ospiti pericolosi con un destro al volo di Colpani sugli sviluppi di un calcio di punizione con la sfera che termina non di molto a lato dal palo alla sinistra di Belec. Il forcing ospite prosegue alla mezz’ora della ripresa con un tiro di Frattesi dopo un cross di Carlos Augusto, la conclusione del numero 16 brianzolo è centrale ma potente e costringe Belec a rifugiarsi in calcio d’angolo. Negli ultimi dieci minuti c’è spazio anche per Balotelli, al posto di Diaw. Bocchini risponde con Coulibaly al posto di Kiyine e Kupisz per Jaroszysnki. Subito dopo i cambi arriva il gol che riporta in vantaggio il Monza, proprio con Balotelli che da due passi calcia di forza dopo una punizione forte e velenosa di Barberis respinta da Belec. La Salernitana accusa il colpo e al 91′ incassa anche il terzo gol, ancora con Balotelli, bravo a sfruttare un traversone perfetto di D’Alessandro.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News