Connect with us

News

Occhiuzzi: “Con il Parma spazio a chi non ne ha avuto finora, campionato vitale per noi”

La Salernitana domenica affronterà il Cosenza, ma i lupi hanno prima un altro impegno da affrontare: domani giocheranno in Coppa Italia contro il Parma. L’allenatore dei rossoblu, Roberto Occhiuzzi, oggi ha risposto alle domande dei giornalisti sulla preparazione della gara, ma anche della settimana che conduce alla sfida con i granata. “Per noi l’obiettivo è confermare quello che facciamo durante la settimana – spiega il mister calabrese – Sono felice perché è un’opportunità per far giocare anche chi ha meno spazio durante il campionato. Ovviamente è uno stimolo importante andare a giocare contro una squadra di Serie A come il Parma, ma anche qualcosa di bello che abbiamo regalato alla società e alla tifoseria. Turnover? Non lo chiamerei così, è un mettere i giocatori nelle condizioni di potersi esprimere. Non è bello allenarsi e non trovare spazio. Sono ragazzi che hanno del fuoco dentro e sarà bello vederli in campo, domani sarò al loro fianco più degli altri perché hanno bisogno di sostegno in questo momento“.

Occhiuzzi rivela anche come ha intenzione di affrontare la partita: “Sarà una sfida dove bisognerà mettere qualcosa in più per fare la prestazione. Dobbiamo tenere più alta la concentrazione, anche se bisogna tenerla alta sempre, dobbiamo tenere alta la cattiveria agonistica e quindi si tratta di un termometro importante. Difesa e contropiede? Organizzazione di gioco. Per me quando bisogna giocare di contrattacco lo si fa, lo abbiamo fatto anche in campionato quando ci sono squadre che ci tengono bassi o per scelta nostra. La nostra squadra è allenata a proporre gioco, a difendersi, soprattutto a rimanere equilibrata in tutte le fasi. C’è la consapevolezza di affrontare una squadra che ci metterà alle corde e sappiamo che ci saranno momenti dove bisognerà saper soffrire, ma non vogliamo rimanere solo a guardare. Egoismo? sicuramente dobbiamo lavorarci, ma nelle situazioni offensive sono abituato a non chiamare la giocata, forse perché ero un esterno offensivo. penso che l’attaccante a volte debba essere egoista, ovviamente senza esagerare. è normale che poi quando analizziamo le cose faccio vedere che in caso ci sia un compagno libero bisogna dargliela. poi io chiedo anche molto dispendio energetico lì davanti quindi a volte c’è anche poca lucidità“.

Il Cosenza arriva bene a questa gara, essendo reduce dal primo successo in campionato, ma il trainer rossoblu non vuole distrazioni: “L’umore della squadra è uguale a quello delle altre settimane. Io non voglio che ci si abbatta nelle sconfitte perché si deve lottare e capire perché si perde, né voglio che ci si esalti nelle vittorie perché bisogna rimanere sempre sul pezzo. la vittoria fa parte del passato e noi dobbiamo focalizzarci sul presente. Così si creano i presupposti per affrontare al meglio il futuro. Noi abbiamo la testa a domani, poi quello che sarà sarà. Sarebbero tappe belle, ma belle per la tifoseria e la società, a noi interessa il campionato che per noi è vitale e per cui bisogna combattere con le unghie e con i denti. Il premio di 300mila euro? A me interessa solo il risultato sportivo. Non sapevo nemmeno di questa cosa, sono dinamiche di cui non mi interesso. Certamente ben venga, perché stanno facendo tutti tanti sforzi. Noi dobbiamo solo dare tranquillità a chi sta facendo questi sforzi, onorando degnamente la maglia e sudandola fino alla fine“.

Fondamentale sarà la determinazione di chi scenderà in campo, supportata dalla giusta preparazione fisica: “Ci vuole quello che mettiamo sempre in ogni partita. è normale che quando incontri un avversario di caratura superiore devi metterci quel qualcosa in più, ma ci siamo allenati proprio a questo. Dico sempre ai ragazzi di metterci tanta testa e tanto cuore perché è quello che fa la differenza. Non faccio mai complimenti al prof, ma lo staff mi segue alla perfezione, destrutturando l’allenamento in modo fantastico. Abbiniamo molto il lavoro fisico a quello con la palla e loro fanno sì che questo sia possibile e venga trasportato in gara“.

Un occhio inevitabilmente andrà anche alla partita di domenica, lo stesso Occhiuzzi ha ammesso che il campionato è il focus principale della sua squadra, ma non si sbilancia, anche se fa intendere che sarà un modo di tenersi pronti per la Salernitana: “Affronteremo il Parma con molta concentrazione, il focus sarà su quello che dirà la partita. Abbiamo cercato di recuperare le forze di alcuni e l’abbiamo preparata con la solita serenità che i ragazzi devono avere, ma vogliamo tanta intensità e cattiveria agonistica, ci vuole questo durante la settimana per poi essere pronti la domenica“.

 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News