Connect with us

News

Oddo si accontenta: “Volevo vincere, ma l’1-1 è giusto. Salerno è una piazza che va scaldata”

Al 90’ il Perugia stava perdendo e sembrava stesse arrivando la seconda sconfitta consecutiva in Campania. Al termine della partita, poi, è proprio la squadra di Oddo a recriminare una vittoria che miracolosamente poteva arrivare nel chilometrico recupero concesso dal direttore di gara. Alla fine Salernitana-Perugia è 1-1, il pareggio è giusto e Oddo si può comunque accontentare: “Ho sempre avuto la sensazione di poterla pareggiare da un momento all’altro – il commento del tecnico di Perugia – Abbiamo giocato un buon primo tempo e anche nella ripresa abbiamo dimostrato la voglia di andarla a riprendere. Abbiamo avuto tanti momenti in cui abbiamo costruito bene il gioco e poi sbagliato l’ultimo passaggio, è per questo che sembra abbiamo avuto poche occasioni”. Non che la Salernitana ha fatto tanto di più e infatti: La sconfitta sarebbe stata immeritata, il pareggio credo sia giustissimo e visto come si era messa la partita potevamo anche vincerla nel recupero. Fino a quando Kuoan è stato in campo senza infortunio potevamo andarci a prendere i tre punti, poi siamo rimasti in dieci”.

Colpisce la resistenza fisica degli umbri, arrivati a fine gara nettamente con più energie della Salernitana: “Ho visto segnali positivi da parte del gruppo. Fisicamente stiamo bene, dobbiamo migliorare sotto tanti punti di vista. Abbiamo corso tanto e lo abbiamo dimostrato anche oggi. Oggi la Salernitana ha cambiato, mettendo Odjer sotto le due punte. Ci ha colti un po’ di sorpresa e infatti i primi 15 minuti abbiamo fatto un po’ fatica ma anche normale visto che si gioca all’Arechi che è uno stadio straordinario e numeroso. Poi ci siamo messi a posto e ho fatto un cambio obbligato per riequilibrarci tatticamente. Cerci? Dovete chiedere a Ventura, per esprimere un’opinione lo dovrei allenare”.  Il punto fa restare Salernitana e Perugia a quarto posto, a -3 dalla vetta che però non è obiettivo degli umbri: “Empoli e Benevento hanno qualcosa in più, a livello di organico e dei nomi dei singoli. Rispetto a noi sono più forti, anche per la Salernitana è lo stesso. Ma i granata sono un’ottima squadra e poi Salerno è una piazza che va scaldata: il calcio italiano ha bisogno di squadre del genere”. E Oddo conosce bene Salerno, sono stati tanti i racconti del padre di Massimo che ha allenato la Salernitana in Serie A: “Papà è molto legato a questa piazza, gli ho chiesto se voleva venire ma per lui sarebbe stata un’emozione troppo forte. Io ero piccolo quando allenava la Salernitana, ma gli è rimasta dentro”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News