Connect with us

News

Onestà Castori: “Arechi vuoto è stato un vantaggio, situazione per la Salernitana ora difficile”

Il Carpi non è ancora morto. La netta vittoria ottenuta oggi all’Arechi permette a Castori di credere ancora nella salvezza. Dopo sette minuti la Salernitana si è trovata in dieci e sotto di un gol, gli emiliani hanno avuto il merito poi di spingere quando necessario e conquistare una vittoria storica. Mai nessuna squadra, in campionato, era riuscita a rifilare una manita a Via Allende al cavalluccio: “Ma al di là delle statistiche dovevamo assolutamente uscire con una vittoria perché siamo in ritardo in classifica – ha detto Castori in sala stampa – Se non facevamo questo exploit non ci possiamo salvare. Abbiamo rimesso in gioco la partita con dei nostri errori perché non avevamo la tranquillità essendo ultimi in classifica. . Poi siamo riusciti ad aggredire la partita e prendere fiducia, uscendo alla distanza. Avevamo pressione e ansia che poteva comprometterci, ma oltre alla classifica questa vittoria serve anche alla fiducia. Siamo in condizione fisica e queste sono le carte che proveremo a giocarci”.

Il rosso a Lopez ha sicuramente condizionato la gara, ma la Salernitana è assolutamente allo sbando. Un buon primo tempo tutto sommato, poi il tracollo nella ripresa: “Sapevamo della forza e della pericolosità della Salernitana, soprattutto sulla palla ferma i granata sono pericolosi e infatti abbiamo preso 1-1 da calcio d’angolo. Il secondo gol lo abbiamo regalato noi perdendo palla sciaguratamente. Nell’intervallo ho provato a scuotere i ragazzi, dovevamo vincere perché eravamo in superiorità numerica. Ci siamo scrollati di dosso la paura e siamo riusciti a portare a casa i tre punti”.

Adesso è crisi nera per i granata, sempre più nella paura e sempre più soli. Anche oggi solo 3mila spettatori: “Vedere lo Stadio Arechi così è un vantaggio per le altre squadre, quando ribolle è un problema. Oggi sembrava una scampagnata, in rapporto ai 20mila che riempiono lo stadio oggi era un vantaggio per noi. La situazione è certamente pericolosa ma la Salernitana ha ancora una buona classifica e un buon vantaggio. Si può amministrare il vantaggio, però in Serie B non si può scherzare perché in un attimo scivoli dietro e non ti riprendi più. Ma la Salernitana ha ancora un buon bottino da preservare”.

Oggi in campo solo per pochi minuti, Lamin Jallow è arrivato a Salerno grazie anche alla straordinaria stagione con il Cesena proprio di Castori: “Jallow ha caratteristiche specifiche, ma non va snaturato. È un ragazzo molto giovane, con il tempo maturerà e imparerà a fare altre cose ma per ora deve giocare sulla profondità. Non è tatticamente molto istruito, ha questo istinto naturale della corsa nello spazio che va sfruttato. Alcuni calciatori vanno lasciati liberi di fare quello che riescono meglio. Con noi fece 11 gol diventando un giocatore importante e infatti andò in Serie A”.

Per il Carpi oggi giornata perfetta e una salvezza adesso che diventa raggiungibile: “Pensiamo ad agguantare i playout, non possiamo permetterci di sbagliare. Le voci sulla società non mi riguardano. Il cambio modulo? Per contenere Rosina, lo ritengo un campione e quindi memore della partita d’andata ho deciso di bloccarlo subito. Sicuramente l’espulsione ha inciso tantissimo, poi la Salernitana ha fatto fatica anche perché giocare tutta la gara in 10 è dura”. 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News