Connect with us

News

Pagellone Bologna-Salernitana: Ruggeri mille polmoni, M. Coulibaly generoso

BELEC 5,5. Il Bologna s’affaccia ripetutamente in area di rigore, ma trova lo specchio solo con un’innocua conclusione di Hickey nei primi 45′. Sulla prima incornata di De Silvestri resta attardato sulla linea di porta. Incolpevole sulle altre due reti rossoblù.

GYOMBER 6. Trasloca per mezz’ora qualche metro più a destra rispetto al ruolo ricoperto nella passata stagione, torna al centro dopo il rosso a Strandberg. Disorientato sul tiro di Hickey, presidia bene il binario dove staziona Barrow. Mantiene i nervi saldi anche con l’assalto rossoblù.

STRANDBERG 5. Testa alta, un occhio ad Arnautovic e l’altro al pallone sempre a cercare l’anticipo, anche in bello stile. Va fuori tempo invece su Orsolini ed è costretto a spendere il giallo da ammonizione. Neanche il tempo di metabolizzare e con un braccio galeotto intercetta il tiro di Arnautovic: altro cartellino e doccia anticipata a vanificare una prestazione fino a pochi minuti prima eccellente.

JAROSZYNSKI 5,5. Solido, concentrato, per nulla intimorito lui che il palcoscenico della A lo ha già assaporato. Una sola sbavatura sul gol di Arnautovic che si gira da campione e non gli lascia neppure il tempo di abbozzare l’intervento. Dal 37′ st SCHIAVONE s.v.

KECHRIDA 5,5. Rispetto all’esordio boom in Coppa è ovviamente più attendista, preoccupato dalla presenza di Barrow. Si fa comunque vedere in sovrapposizione all’occorrenza. L’ingresso di Vignato cambia le sorti della partita e della sua partita. Esce per far posto a Zortea, forse tardivamente. Dal 31′ st ZORTEA 6. Neppure il tempo di mettere piede in campo e il Bologna ribalta il match. Da rivedere.

M. COULIBALY 7. Alle volte tende a complicarsi la vita da solo cincischiando palla al piede e ritardando l’appoggio. Perde più di un pallone, ma la sua fisicità in mezzo al campo si fa sentire soprattutto nei tanti corpo a corpo. Illude i suoi con una prodezza in due tempi, prima di testa e poi col mancino.

L. COULIBALY 6. Inizio in sordina, poi scioglie muscoli e cervello. Soriano gli ronza intorno, tempestivo in recupero in un paio di circostanze. Dal 31′ st BOGDAN 6. Castori lo inserisce per frenare gli impeti di Vignato, il cui ingresso ha rivoltato completamente la fisionomia del Bologna e i destini del match.

CAPEZZI 6. Soldatino diligente. Non fa mancare il suo contributo di corsa ed aggressività. Dal 37′ st OBI s.v.

RUGGERI 7. Il mancino è caldo, la gamba va che è una bellezza. L’uno contro uno con Orsolini è probabilmente il contenuto tecnico più interessante della prima frazione di gioco. Nella ripresa ha ancora la forza di prodursi in una falcata da cui nasce la seconda rete granata. Elemento da attenzionare, ha fisico e stoffa.

BONAZZOLI 6,5. Ha giocata di fino e visione periferica. Sfiora il gol su punizione, lo trova su penalty. Da affinare l’intesa con Djuric e Simy.

DJURIC 6. Non trova il tempo per avventarsi sugli invitanti traversoni di Ruggeri. Prezioso al solito nelle sponde. Ha il merito di guadagnarsi il fallo che propizia rosso a Soriano e penalty. Esce senza più birra in corpo. Dal 19′ st SIMY 6. Di stima, con l’alibi della scarsa tenuta fisica ed atletica. Entra forse prima del previsto ma mette subito lo zampino sul gol di Mamadou Coulibaly. Si fa rubare il tempo da De Silvestri che lo anticipa nettamente nel frangente del gol decisivo.

ALL. CASTORI 6. L’esordio che era facile attendersi, l’epilogo che nessuno avrebbe immaginato e voluto vivere dopo il doppio vantaggio. La prepara come meglio non si può: fino al rosso a Strandberg la Salernitana praticamente non aveva concesso nulla al più quotato Bologna. La differenza, però, la fanno tenuta fisica e profondità della panchina. Dopo l’ora di gioco le gambe iniziano a tremare e la benzina a scarseggiare. Miha va a nozze con i cambi, il buon Fabrizio fa di necessità virtù con il materiale a disposizione. Un unico appunto: bisognava correre ai ripari qualche minuto prima per mettere la museruola allo scatenato Vignato, mossa vincente di Mihajlovic.

1 Commento

1 Commento

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News