Connect with us

News

Pagellone fine anno, portieri e difensori: Micai alterno, Gigliotti delude. Perticone-Schiavi-Djavan flop

MICAI 6,5 Dalla fine all’inizio, rewind. Impossibile non partire dalla parata su Bentivoglio valsa un (grosso) pezzo di salvezza. Un’annata vissuta sull’ascensore, dalle stelle alle stelle con duplice andata e ritorno. L’avvio prodigioso, il calo e i tanti errori. L’aggressione dopo l’allenamento, la rivincita di Venezia. Ha lasciato il segno pur in una stagione complessivamente al di sotto delle aspettative.

VANNUCCHI s.v.

RUSSO s.v.

LAZZARI s.v.

 

 

SAL – 13 04 2019 Salerno Stadio Arechi. Salernitana Cittadella Serie B Tim. Nella foto Djavan Anderson. Foto Tanopress

D.ANDERSON 4 metà stagione ad invocare un suo maggiore utilizzo, l’altra metà ad imprecare quando metteva piede in campo. Gregucci prima e Menichini poi gli hanno cucito addosso molteplici ruoli con risultati sempre deludenti. Distratto, completamente scollegato dal contesto in cui fisicamente si trovava ma all’atto pratico senza neanche accorgersene. Valga da lezione per tutti: prima di glorificare chicchessia, saggio vederlo all’opera all’atto pratico.

BERNARDINI s.v. l’oscar della sfortuna, la voglia di riprovarci ancora sperando che la salute, finalmente, lo assista. Per scongiurare quel prefisso che i calciatori proprio non riescono a digerire…

CASASOLA 6,5 nella buona e nella cattiva sorte, c’è sempre stato. Anche nel momento in cui chiunque avrebbe alzato la mano per chiamarsi fuori dalla contesa. In una stagione che ha assunto connotati disastrosi, è stato tra i più continui per rendimento ed utilizzo. I sei gol messi a segno sono macigni in chiave salvezza.

GIGLIOTTI 4,5 che fosse inadeguato ed inadatto al contesto era lecito sospettarlo già prima dell’inizio delle ostilità che hanno confermato le (scarse) aspettative. Che abbia un piede educato e sappia calciare i tiri da fermo conta relativamente per uno che di mestiere fa il difensore. Ed i gol dovrebbe essenzialmente evitarli.

 

SAL – 16 03 2019 Livorno Stadio Armando Picchi. Livorno-Salernitana Campionato Serie B.
Nella foto lopez
Foto Tanopress

LOPEZ 4,5 pensare che sul mercato di gennaio non ci fosse di meglio fa rabbrividire. In tutti i sensi. L’assist per la testa di Djuric l’unico segnale di vita sul pianeta Lopez. Per il resto obbrobri difensivi e di piazzamento continui, tanti i gol sulla coscienza. L’ultimo quello di Modolo.

MANTOVANI 6 provaci ancora, Manto. Tra alti e bassi, picchi di forma e problemi fisici sui cui  stringere i denti, l’ex Toro ha confermato presenza e affidabilità.

MEMOLLA 4,5 Hysen, chi era costui? Con Lopez forma una coppia letale. Per le coronarie dei tifosi granata. Impresentabile a determinati livelli, operazione cervellotica a livello tecnico: anche per adempiere al compito di seconda linea occorre avere parametri all’altezza.

MIGLIORINI 6 il gigante dai piedi d’argilla. Sorprende, ma non è una novità, l’incredibile alternanza tra prestazioni sontuose e strafalcioni marchiani. Dall’8 al 4, è (quasi) un attimo. Quando troverà continuità di rendimento, riuscendo a eliminare errori e disattenzioni che spesso risultano letali, potrà legittimamente ambire al salto di categoria.

 

SAL – 25 07 2018 Rivisondoli Ritiro Salernitana. Nella foto perticone. Foto Tanopress

PERTICONE 4,5 un’altra grande delusione. Letteralmente sparito dai radar per non meglio specificati problemi fisici. Doveva garantire presenza, fisicità ed esperienza alla difesa di granatieri immaginata da Colantuono. Progetto sgretolatosi praticamente sul nascere: perché il calcio, se qualcuno ancora non se n’è accorto, non è la pallacanestro.

PUCINO 6 per fargli tirare un rigore, lui che è rigorista designato, ha dovuto aspettare che una partita – e che partita – si decidesse dagli undici metri. Jolly prezioso per tutte le occasioni.

SCHIAVI 4,5 altro giro, altra stagione da dimenticare. Eppure l’inizio era stato di quelli promettenti: dopo l’espulsione di Cremona e la conseguente lunga squalifica qualcosa è cambiato. Doveva trarre giovamento dal ritorno del suo mentore Gregucci, è piombato in un oblio che porta al definitivo crepuscolo.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News