Connect with us

News

Pagellone Frosinone-Salernitana: Giannetti on fire, gli manca solo il gol. In ombra Kupisz

BELEC 6,5. Sbaglia nell’unica volta in cui è chiamato in causa nel primo tempo… coi piedi, impennando un retropassaggio di Aya nel tentativo di rilanciare. Per il resto, chiude bene la saracinesca e quando non lo fa è graziato dalla traversa.

AYA 6. Senza sbavature, legge bene le situazioni.

GYOMBER 6,5. A vuoto sul finire del primo tempo in area su un traversone basso che arriva a Rohden, ma lo svedese non ne approfitta. Per il resto è concentrato: Parzyszek non si rende mai pericoloso

MANTOVANI 6,5. Dalle sue parti gironzola spesso uno come Ciano, lui lo tiene bene e con personalità.

CASASOLA 6,5. Bada a non scavallare troppo, ma è preciso nei servizi lungo linea e quando si incunea nella metà campo avversaria. Attento in fase difensiva. Nel secondo tempo si propone paradossalmente meglio nella metà campo avversaria.

KUPISZ 5,5. Quello di mezzala non è il suo ruolo, prova a interpretarlo con la consueta generosità e tanta corsa, anche se i palloni giocati sono davvero pochi. (dal 41′ st DZICZEK 6. Ci sarà da discutere sulla spinta di Maiello ai suoi danni nel finale)

DI TACCHIO 6. Legna e prestanza lì in mezzo. Il turno di riposo forzato gli ha fatto bene, dopo l’affannosa prova di Brescia. Vicinissimo al gol di testa su corner di Capezzi allo scadere del primo tempo.

CAPEZZI 6,5. Confermato nell’undici titolare dopo la prestazione top con il Lecce, ma trasloca sul centro-sinistra. Sua la prima grossa opportunità con un piatto da fuori area smorzato da un avversario. (dal 17′ st SCHIAVONE 6. Castori gli chiede diligenza, lui risponde presente).

LOPEZ 5,5. All’alba del match lascia un buco a sinistra e Zampano serve un pericoloso tiro cross a Rohden. La garra non basta per contrastare la velocità del suo avversario. Con l’esterno sinistro – anche se non coordinato benissimo – sfiora il gol dalla distanza al 35′. Progressivamente in sofferenza. (dal 41′ st VESELI sv. Spiccioli nel finale).

GIANNETTI 7. Nic is on fire. Una chance importante dal 1′, la prima in campionato della stagione: non era titolare in B dal 27 luglio in Pordenone-Salernitana. La sfrutta decisamente meglio di quanto abbia fatto il compagno Gondo contro il Lecce. Mostra di essere subito pimpante e voglioso di far bene: difende palla, fa a sportellate, attacca i portatori avversari e sfiora il gol con un tacco acrobatico al 20′. Colpisce la traversa al 42′ con una girata improvvisa, ma era in offside. Cala nel quarto d’ora di ripresa che gli concede Castori. (dal 17′ st TUTINO 6. Non è facile entrare in partita con il freddo e i ritmi che inevitabilmente calano. Ci prova senza scadere nell’insufficienza: nel finale serve un bell’assist a Dziczek, poi atterrato sulla linea dell’area di rigore).

DJURIC 6. Lavoro sporco in avanti, talmente tanto che non si propone mai concretamente in zona offensiva. Prezioso in quella difensiva sulle palle inattive. Toccato duro al piede destro nella ripresa, è costretto ad abbandonare la contesa con parole di rabbia che sono tutto un programma. (dal 27′ st GONDO 6,5. Si fa parzialmente perdonare l’atteggiamento dimesso mostrato in campo col Lecce. Si fa subito vedere con un pericoloso colpo di testa, poi fa ammonire Carraro, infine cerca la zampata).

ALL: CASTORI 6. Anche se squalificato, segue la partita allo stadio Stirpe dall’interno del palchetto vip in tribuna, accanto al ds Fabiani. Lascia urlare il suo vice Bocchini dalla panchina, ma poi si attacca al telefono per le comunicazioni del caso. Sceglie di dare un’occasione a Giannetti e il giocatore ripaga la sua fiducia. È la solita Salernitana compatta, che rischia poco ma non riesce stavolta a tramutare gli episodi in gol. Un punto che fa classifica ed è comunque prezioso sul campo di una diretta concorrente. Ma è un peccato per i granata non aver “approfittato” sportivamente delle tante assenze pesanti in casa ciociara.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News