Connect with us

Giovanili

Pagellone Primavera: difesa imbambolata, Pezzo predica nel deserto

CIABATTINI 5,5: Molto reattivo al primo intervento sulla girata di Belcastro, non può moltissimo quando viene chiamato in causa le altre volte, sempre lasciato a tu per tu con gli attaccanti che hanno la meglio. Avrebbe forse potuto dare una mano ai suoi difensori stando più alto dopo che già avevano dimostrato di soffrire i tanti lanci lunghi del Cosenza.

GUZZO 5: Sembra non avere la giusta cattiveria agonistica e soffre l’imprevedibilità dei movimenti di Perrotta e Micolau

DI MICCO 4,5: Al ritorno dalla squalifica altra giornata no per il centrale dei granatini che fatica tantissimo a leggere i tanti lanci lunghi a cui è costretta la retroguardia avversaria, lasciandosi costantemente superare da pallone e avversari. Si ferma inspiegabilmente lasciando Micolau entrare indisturbato in area invece di provare almeno a dargli fastidio in occasione del terzo gol.

BRUSCHI 4: Si addormenta completamente sull’ennesimo prevedibile lancio del Cosenza, propiziando il pareggio ospite, ma non è il primo errore di una partita giocata in maniera molto distratta. È probabilmente della stessa opinione il suo allenatore, che lo lascia negli spogliatoi all’intervallo (dal 1′ st PIERVENANZI 6: Porta sicuramente più attenzione e determinazione nella retroguardia granata, facendosi notare con un paio di ottimi interventi).

PERRONE 6: Si adatta a fare il terzino e lo fa con buona gamba. Copre bene la propria fascia e quando spinge ha la forza per arrivare sul fondo e mettere al centro dei palloni potenzialmente pericolosi oppure guadagnando diversi calci d’angolo.

RUSSO 5: Troppo evanescente il suo apporto, si nasconde nell’affollata mediana non trovando quasi mai lo spazio per esprimersi (dal 38′ st VISCONTI S.V.).

VIGNES 5,5: Prezioso nella prima mezz’ora nel dare poco spazio tra le linee a Nobile e pulendo come al solito i palloni che transitano nella sua zona. Poi cala quando il Cosenza inizia a saltare il centrocampo con tante palle lunghe e i suoi compagni iniziano ad avere poche idee e a tenere troppo tempo la palla tra i piedi (dal 30′ st PANARESE S.V.).

PEZZO 6: Il migliore dei suoi, dà sempre un’opzione in più ai compagni ritagliandosi i giusti spazi e giocando il pallone con i tempi giusti. È il collante tra centrocampo e attacco, disimpegnandosi anche nel ruolo di rifinitore con delle belle verticalizzazioni che mettono in affanno la difesa avversaria.

DEL REGNO 5,5: Inizia benissimo con lo spunto per guadagnarsi la punizione che poi Iannone trasforma nel gol del vantaggio. Poi riesce a trovare spazio solo allargandosi sulla destra ed esce gradualmente dalla gara fino alla sostituzione all’intervallo (dal 1′ st DOMMARCO 6: Entra bene in gara azionando il proprio motorino e facendosi vedere spesso nelle azioni offensive della Salernitana).

IANNONE 6: Si guadagna la sufficienza perché disegna un calcio di punizione perfetto che manda in vantaggio i suoi. Pochi lampi nel resto della gara, anche se come al solito è l’unico catalizzatore delle occasioni create dai granatini.

CANNAVALE 5: Non riesce a vincere nessun duello contro Mereu e Szyszka, quindi la squadra fatica a salire e rendersi pericolosa non trovando appoggi davanti (dall’11’ st PALMIERI 6: Anche lui entra con lo spirito giusto nonostante il risultato già compromesso. Difende bene i palloni che gli arrivano e guadagno un paio di calci piazzati su cui la Salernitana può creare pericoli. Si muove anche bene alle spalle dei difensori, anche se non sempre con i tempi giusti, almeno secondo il guardalinee che lo pizzica in fuorigioco quando aveva servito un assist vincente a Iannone).

 

All. PROCOPIO 5,5: Il tecnico dei granatini aveva evidentemente preparato bene la pressione della squadra che costringe costantemente la difesa avversaria ad alzare la palla, ma inspiegabilmente i granatini non riescono a trovare contromisure proprio a questi lanci lunghi mai letti correttamente, con cui quindi gli ospiti creano svariate palle gol prima di trovare la rete del pareggio e successivamente le due che chiudono la gara. Le sostituzioni sortiscono un buon effetto, ma purtroppo la gara è già compromessa.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in Giovanili