Connect with us

News

Pagellone Salernitana-Verona: Vuletich, ingresso decisivo. Micai saracinesca, super Mantovani

MICAI 8 attento sull’incursione di Matos, risponde presente al tirocross di Crescenzi. Si distende bene anche su Laribi. Prodigioso sull’ex Cesena, gli dice no col piede di richiamo da una manciata di metri. Intervento miracoloso che vale quanto un gol. Attento ancora su Tupta nel concitato finale. Le solite (veniali) imperfezioni sui rinvii palla a terra.

 

MANTOVANI 7,5 dodici mesi dopo si ritrova di fronte Cissè che contro il Bari gli fece vedere i sorci verdi. Stavolta la musica in campo è tutt’altra. Dalla sua parte il Verona spinge tanto ma non affonda mai. Concentrato e sempre ben piazzato, un muro.

 

SCHIAVI 6,5 piantato a terra sullo slalom dell’indiavolato Matos. Guida bene la linea, di testa pulisce l’area su un paio di palloni vaganti pericolosi. S’immola in chiusura acrobatica sulla discesa di Balkovec prima di lasciare il campo acciaccato. Dal 6’ st MIGLIORINI 6 è arrugginito e si vede quando rischia palla al piede su Tupta e se la fa sfilare. Si scrolla di dosso l’errore e dà il suo contributo nella gestione del risultato.

 

GIGLIOTTI 7 Matos parte largo ma spesso si accentra. Dal suo mancino parte un bell’assist per Djuric. Mette una pezza alla cappellata di Migliorini sbarrando la strada a Tupta. Chiude ancora sullo slovacco facendosi trovare sempre al posto giusto.

 

CASASOLA 7,5 per un’ora abbondante si preoccupa più della fase difensiva, va in raddoppio su Cissè e chiude bene lo spazio in diagonale. Dopo l’uscita del guineano ha campo libero e si vede. Pennella un cross al bacio che Jallow deve solo insaccare.

 

ODJER 6,5 trenta secondi appena ed ha già l’occasionissima del match. Temporeggia, cincischia e spreca. Sfortunato al 20’, si coordina bene ma il suo destro sfiora l’incrocio dei pali. Gioca di posizione e di sostanza.

 

DI TACCHIO 7 ringhia e come al solito si propone alla conclusione al limite dell’area avversaria. Dal suo mancino nasce l’azione del vantaggio granata. Preziosissima diga a protezione della difesa. Giallo d’esperienza nel finale.

 

CASTIGLIA 5,5 distratto sull’incursione di Henderson. Protagonista di un apprezzabile break sul finire di primo tempo, manda in porta Jallow ma Silvestri anticipa. Poco altro nella sua partita.

 

VITALE 6,5 spinge con discreta continuità sul binario mancino, una manciata di secondi appena e già scodella a centro area una palla che Odjer non capitalizza. Qualche amnesia in fase difensiva, ma tutto sommato tiene botta. Al bacio l’assist per Bocalon che da pochi passi non insacca.

 

JALLOW 7 quando riesce ad affondare in campo aperto dà sempre l’idea che dai suoi piedi possa nascere qualcosa. E’ croce e delizia. Fa impazzire la Sud con l’incornata ravvicinata, fa arrabbiare tutti vanificando un contropiede ghiotto e dando il via alla controripartenza scaligera. Esce stremato dopo aver dato tutto. Dal 33’ st BOCALON 6 buon impatto sul match, gioca bene i palloni che gli capitano a tiro facendo respirare la squadra nei momenti della maggiore spinta scaligera. Sfiora il gol su cross di Vitale.

 

DJURIC 5,5 sfiora il gol al 37’ con una pregevole girata. L’unico lampo di 45 anonimi. Perde tutti i duelli aerei, Grosso piazza Dawidowicz a far da schermo ed a disturbarlo sui palloni alti. Dal 12’ st VULETICH 7 il suo ingresso rivitalizza la squadra e capovolge completamente l’inerzia del match. Duetta bene con Casasola nell’azione del gol. Fa anche il terzino per aiutare la squadra.

 

ALL. COLANTUONO 6,5 torna al 3-5-2 come ampiamente previsto alla vigilia. La produzione offensiva per un’ora resta per larghi tratti prevedibile e monotematica, ma la squadra ne guadagna in compattezza difensiva. Dopo l’ingresso di Vuletich e l’uscita di Cissè, la partita cambia completamente volto. Bravo a tenere in campo le due punte per consentire alla squadra di uscire e non restare rintanata nella propria metà campo.

 

ARBITRO sig. AURELIANO DI BOLOGNA 5,5 il termometro in campo è caldo e non solo per la giornata praticamente estiva. Diversi fischi da rivedere, a dir poco esagerati i sette minuti di recupero.

1 Commento

1 Commento

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News