Connect with us

News

Panchina Salernitana: tre profili per il dopo Ventura. In ascesa il nome di Castori

A volte ritornano. Sembra la trama di una sceneggiatura che ben si adatta al film per la panchina granata. C’è anche Fabrizio Castori, infatti, tra gli allenatori che potrebbero fare al caso della Salernitana. Al pari di Stefano Colantuono, che pure è tra i primi nomi nella lista dei papabili per il dopo-Ventura; anche il tecnico di Tolentino si è già seduto sulla panchina della Salernitana. Castori ai tempi della Salernitana dei costruttori; Colantuono più recentemente, con l’attuale proprietà capitolina. I due profili di allenatori corrispondono all’identikit di tecnici di esperienza che già conoscono la piazza e buona parte dell’organico attualmente in essere in casa. Soprattutto la coppia d’attacco formata da Djuric e Jallow. Entrambi voluti da Colantuono all’ombra dell’Arechi per formare un tandem offensivo che fosse un mix di potenza e velocità. Castori ha avuto Jallow a Cesena. In Romagna, sotto la sua guida, il gambiano ha disputato la sua migliore stagione in serie cadetta, realizzando ben 11 reti (suo record personale di realizzazioni). Fabiani ha sondato e tanto il terreno con Stefano Colantuono, come riportato da più parti in questi giorni. E lo stesso pare abbia fatto con Castori (il cui nome è stato ribattuto proprio oggi da La Città). La Salernitana però potrebbe anche decidere di cambiare registro e puntare su un tecnico più giovane. Il patron ha stima di Alessandro Nesta. L’ex capitano della Lazio non resterà a Frosinone a prescindere di come finirà la stagione ed è un nome caldo per la panca granata.

Occhio sempre ad Alessio Dionisi, che ha salvato il Venezia dopo aver già impressionato con l’Imolese. Sul giovane allenatore c’è il Brescia che però potrebbe confermare Lopez. Altro tecnico giovane ed emergente è Paolo Zanetti che ad Ascoli è stato esonerato in maniera incomprensibile dopo avere fatto molto bene con il Picchio, ma soprattutto dopo aver dato un’impronta importante ai bianconeri.

Per chiudere, si fa per dire, il discorso relativo alla bollente panchina della Salernitana tra i due (e più) litiganti c’è sempre il terzo… (in)comodo. Roberto Stellone potrebbe essere la via di mezzo tra esperienza e gioventù.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News