Connect with us

News

Parla Castori: “In Serie A bisogna correre il triplo, servono 10 giocatori”

CASCIA (PG). Fabrizio Castori prova a trasmettere calma e serenità. Dopo il 6-0 rifilato al Foligno il trainer granata si presenta in sala stampa e parla a trecentossessanta gradi, tra campo, mercato e questione societaria. “Di mercato se ne occupa il direttore, ovviamente ci consultiamo. Valuto i giocatori che mi propongono, cerchiamo giocatori validi tecnicamente e che abbiano motivazioni, ovviamente c’è il lato economico da considerare – dice il tecnico ai cronisti presenti – Alcuni però hanno costi proibitivi e c’è da guardare anche il bilancio. Sono convinto che i calciatori arriveranno. Zortea e Ruggeri dovrebbero essere definiti, il primo dovrebbe arrivare già domani, il secondo non so. Sono under bravi che ci possono dare una grossa mano. L’importante è non sbagliare, ponderando bene le scelte, magari prendendosi qualche giorno in più per valutare. Col direttore mi sento continuamente, lui conosce le problematiche economiche. Stiamo facendo uno scouting generale per trovare i profili giusti, sia tecnicamente che economicamente. Ovviamente non possiamo permetterci grandissimi nomi, ma certamente profili funzionali e motivati. La Salernitana non può fare evidentemente il mercato delle big, economicamente ci tocca un mercato diverso. La questione prestiti dalla Lazio non è dipesa da noi e dobbiamo prenderne atto. Qualcuno avrebbe potuto continuare nel progetto, umanamente mi dispiace per tutti. Stiamo monitorando il mercato. Servono tre attaccanti e che abbiano quindi svariate caratteristiche. Ci serve un esterno di destra, tre centrocampisti, ma dipende molto dalle operazioni che riesci a fare con gli under. Coulibaly mi farebbe piacere riaverlo, è affidabile e non pesa sulla lista, come anche Zortea e Ruggeri. Acquistare calciatori dalla A significa averli pronti perché si stanno allenando”.

Il 22 agosto il via alla Serie A e la Salernitana ha ancora tanto da fare. A Cascia ci sono appena 21 calciatori, di cui molti fuori dal progetto e quindi in partenza. Ma Castori predica calma e indica la via: “Non sono preoccupato, quest’anno abbiamo una base, l’anno scorso non era così. La Serie A è bellissima, anche se difficile. Le motivazioni saranno tante e forti, supereranno qualsiasi tipo di preoccupazione o ostacolo. Io non sono abituato a piangermi addosso, ma cerco le soluzioni ai problemi. La categoria è difficile e non possiamo volere tutto e subito. Abbiamo preso atto delle difficoltà, ora acceleriamo i tempi per farci trovare pronti, o quasi, a fine agosto. Io motivo tutti, è il mio mestierie. Alleno tutti, senza guardare chi sono e quanti anni hanno, io lavoro così. Cerco di fare il massimo, indipendentemente se i calciatori restino o meno e non tollero poco impegno. Cavion? Lo sto valutando, come gli altri. In difesa manca qualcosa, forse due giocatori. Mi piacciono calciatori che corrono, che non vogliono palla addosso. Io ho il mio modo di fare calcio e non ho la presunzione di dire che è il migliore. Una squadra che si deve salvare non può prescindere dalla corsa perché sulla tecnica non possiamo competere. Avremo bisigno di ritmo e intensità per mettere in difficoltà le squadre più forti. Questo è il segreto, lo spirito da neopromossa in tutti i singoli calciatori. Servirà una squadra operaria, una squadra come la Salernitana, una squadra alla Fabrizio Castori. Se l’anno scorso correvamo il doppio degli altri, quest’anno dovremo correre il triplo”. Chiosa sul rebus societario: “La questione societaria ovviamente ha inciso sulle tempistiche del mercato. Prendo atto della situazione, bisogna affrontarla, provando a fare il massimo. Personalmente sono stato rassicurato. Conosco le difficoltà, ma sono fiducioso che metteremo la squadra a posto”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News