Connect with us

News

Perugia-Salernitana a porte chiuse: prevendita annullata, i biglietti saranno rimborsati

Dopo la chiusura del settore ospiti dell’Arechi ai tifosi veneziani verificatasi martedì, anche i tifosi della Salernitana iniziano a toccare con mano gli effetti della diffusione del Coronavirus nel nostro Paese, con i relativi provvedimenti. Già ieri il premier Conte, nel nuovo aggiornamento del suo decreto presidenziale, aveva reso nota l’estensione delle misure restrittive a tutto il territorio nazionale, per quanto concerne i campionati sportivi. Dunque, già sabato la gara tra Perugia e Salernitana si disputerà senza pubblico sugli spalti del Curi. La prevendita dei tagliandi – che era partita tre giorni fa – è stata infatti annullata questa mattina. È arrivata anche la nota ufficiale del club granata:

L’U.S. Salernitana 1919, così come disposto dalla Lega B a seguito del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, comunica che la gara Perugia – Salernitana e tutte le gare in programma per il periodo di vigenza delle prescrizioni imposte dal D.P.C.M. e sino a quando le disposizioni statali non modificheranno le stesse, si svolgeranno a porte chiuse.

I tagliandi già emessi per il Settore Ospiti per la gara Perugia – Salernitana possono essere rimborsati fino alle ore 19:00 di domani presso i punti vendita in cui sono stati acquistati”.

Quindi chi ha già acquistato il tagliando per assistere alla partita, avrà naturalmente il rimborso quasi totale del costo sostenuto. Fanno eccezione, infatti, i diritti di prevendita e le commissioni di servizio (per gli acquisti online) che vengono trattenuti nel caso specifico da TicketOne. Proprio sul sito del circuito di vendite, tra le altre cose, si legge che “nel caso di rinvio o annullamento dell’Evento da parte dell’Organizzatore, TicketOne comunicherà al Cliente, in nome e per conto dell’Organizzatore, le iniziative adottate dall’Organizzatore in relazione al rimborso o alla sostituzione dei Titoli di Ingresso relativi all’Evento rinviato o annullato. Nel caso di annullamento dell’Evento, TicketOne provvederà alla effettuazione del rimborso al Cliente, secondo le modalità e con la tempistica decise dell’Organizzatore, solo nel caso in cui TicketOne sia stata appositamente delegata a tale rimborso e nella misura in cui abbia ricevuto da quest’ultimo la necessaria provvista. In ogni caso di annullamento e/o rinvio dell’Evento, il Cliente potrà comunque rivolgersi all’Organizzatore, per far valere nei confronti dello stesso tutti i suoi diritti. I Titoli di Ingresso relativi agli Eventi annullati non potranno essere permutati con titoli di ingresso relativi ad altri Eventi”.

In qualche modo, Gian Piero Ventura aveva previsto la cosa, invocando uniformità. Interpellato sull’argomento nel dopopartita di Salernitana-Venezia, l’allenatore si era espresso così: “Se si decide di fare le porte chiuse, deve essere per tutti gli stadi; se decidi di sospendere il campionato, fermi tutte le partite e non solo alcune. Non ha senso che Ascoli-Chievo non viene fatta perché arriva il Chievo (alla fine si è deciso di giocare, nda), noi invece contro il Venezia – altra squadra veneta – giochiamo e c’è lo stesso problema. C’è confusione e anche per questo è inutile fare commenti, io non mi permetto di esprimere opinioni perché non ho la certezza assoluta di sapere come stiano realmente le cose”.

Intanto, c’è chi in politica chiede che le emittenti televisive a pagamento che detengono i diritti tv dei campionati dicalcio, facciano lo sforzo di aprire il segnale in chiaro a tutti per le prossime due settimane. La senatrice campana di Forza Italia, Sandra Lonardo, ha infatti presentato un’interrogazione parlamentare d’urgenza: “Dal momento che le partite di calcio di Serie A e Serie B si giocheranno a porte chiuse ed i tifosi non avranno, pertanto, la possibilità di partecipare alle competizioni negli stadi, chiedo al Governo di intervenire presso la Rai, DAZN e Sky affinché tutte le partite si vedano in chiaro, in modo da soddisfare le legittime esigenze di natura sanitaria ed anche per evitare possibili situazioni di modesta depressione sociale”. 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *





Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News