Connect with us

News

Pescara nel baratro, Grassadonia e Bocchetti: “Concludiamo il torneo con dignità”

Il pesante ko di Cosenza ha mandato il Pescara nel baratro. Gli abruzzesi hanno mezzo piede in Serie C e distano sei punti dai playout. Reggiana, Cremonese e Salernitana le prossime tappe per tentare l’impresa. All’Adriatico, lunedì prossimo, saranno di scena i granata con la possibilità di giocarsi ancora qualcosa di importante in ottica promozione. In casa biancazzurra si cominciano a tracciare i primi bilanci, delusione e tristezza nelle parole proprio di due ex Salernitana, il tecnico Gianluca Grassadonia e il direttore sportivo Antonio Bocchetti. Così l’allenatore dopo la sconfitta al Marulla: “Siamo delusi, in primis io da me stesso. Non sono riuscito a trasferire cattiveria agonistica alla squadra, siamo stati fragili e molli. Nelle ultime due partite abbiamo buttato ciò che, con fatica, ci eravamo guadagnati. Il primo responsabile della situazione sono io, ci metto la faccia. È un momento di grande tristezza, l’obiettivo era ampiamente alla portata, ma non siamo riusciti. Non ci resta che finire con dignità il campionato per salvare almeno la faccia”. Assunzione di responsabilità anche da parte di Bocchetti: “Sono stati fatti degli errori sul mercato, anche a gennaio. Pensavamo di aver lavorato bene, ma il campo ci ha detto altro. La rosa era importante, ma alcuni calciatori non hanno reso. Siamo arrivati in un momento della stagione nel quale potevamo fare qualcosa di grandioso, siamo però sempre venuti meno nel momento topico. Non mi va di dare colpe alla squadra, la società è la prima responsabile, a partire da me che sono il direttore sportivo. Le colpe vanno divise da tutti, le hanno anche i giocatori dopo di noi. Mi aspettavo qualcosa in più per temperamento, i valori tecnici c’erano. A Cosenza ci siamo sciolti subito, non abbiamo lottato, non ci abbiamo messo mordente. Questa è la più grande sconfitta per la società. Lo zoccolo duro della rosa, ovvero chi conosce la piazza, doveva dare la mentalità al resto del gruppo”. 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News