Connect with us

News

Playoff, Prefetto di Venezia chiede di anticipare finale di ritorno: “Tifosi non resteranno a casa”

Potrebbe cambiare l’orario di disputa della finalissima play-off tra Venezia Cittadella, in programma domani sera allo stadio ‘Penzo’ con fischio d’inizio fissato alle 21.30. È stato Vittorio Zappalorto, prefetto di Venezia, ad inoltrare la richiesta alla Lega B, chiedendo di anticipare l’orario di inizio della partita che potrebbe riportare i lagunari in Serie A dopo l’1-0 maturato domenica sera al ‘Tombolato’.

“Nessuna tifoseria al mondo starebbe in casa e nemmeno quelli del Venezia ci staranno, ma il coprifuoco sarà fatto rispettare: se troveremo tifosi in giro li fermeremo e li sanzioneremo, come previsto” ha scritto il Prefetto in una lettera, chiedendo dunque di concedere ai tifosi arancioneroverdi di festeggiare una eventuale promozione senza violare il coprifuoco che scatta alle 23.

“Ho chiesto che si anticipi la partita in un orario compatibile con il diritto che hanno i tifosi di festeggiare senza essere sanzionati, perché festeggiare in regime di coprifuoco vuol dire esporsi agli sgomberi delle forze dell’ordine e alle multe e non mi sembra giusto. Possibile che la Lega di B e il calcio portino i tifosi a violare le leggi fissando l’inizio alle 21.30? Perché, e lo sappiamo tutti, se il Venezia dovesse essere promosso, le piazze si riempiranno” recita la lettera di Zappalorto, inviata per conoscenza anche a Dazn, Rai e al ministro della Salute, Roberto Speranza.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News