Connect with us

Calciomercato

Porta ‘ingolfata’ e attacco svuotato: da chi ripartirà la Salernitana (in attesa del Consiglio Federale)

In attesa del Consiglio Federale che deciderà sull’eventuale approvazione del trust presentato ieri dalla Salernitana (clicca qui per leggere l’articolo) è tempo di pensare anche al campo. L’8 luglio, proprio all’indomani del Consiglio, è in programma il raduno di calciatori e staff tecnico per dare il via alla nuova stagione. Visite mediche e test atletici precederanno la partenza per il ritiro di Cascia. Ma da chi si ripartirà? Dall’1 luglio molti calciatori hanno ufficialmente lasciato la Salernitana: sono tornati alla Lazio i vari Adamonis, Durmisi, Dziczek, Lombardi, Anderson, Casasola Kiyine, Cicerelli e Gondo. Alcuni di questi sono stati indicati da Castori come possibili rinforzi (in particolar modo Gondo, Anderson e Casasola) ma il trust potrebbe “bloccare” ogni operazione col club biancoceleste. Si potrà invece provare a riportare in granata Pawel Jaroszynski, rientrato al GenoaMamadou Coulibaly, di proprietà dell’Udinese. Si ragionerà col Napoli per Tutino anche se quest’ultimo sarà comunque valutato dal nuovo tecnico azzurro Luciano Spalletti.

Il trainer marchigiano dunque ripartirà da una rosa diversa da quella allenata fino a due mesi fa. Giovedì, – in caso di via libera del Consiglio Federale – ritroverà i portieri Belec, Micai, Guerreri ai quali si aggiungerà il giovane Russo, di ritorno dal prestito al Bisceglie. In difesa sembra sicura la riconferma di Gyomber, legato ai granata da un contratto fino al 2023. Hanno un anno di contratto in più Mantovani e Sy mentre quello di Aya e Veseli scadrà nel 2022. C’è poi Bogdan: dopo la retrocessione del Livorno in Serie D potrà diventare di proprietà del club granata a costo zero, firmando un contratto di durata triennale.

In mediana le certezze sono rappresentate da Di Tacchio Capezzi, entrambi legati alla Salernitana da un contratto fino al 2023. Sono diventati di proprietà dell’ippocampo anche Boultam, Kupisz Schiavone dato che la promozione in Serie A ha fatto scattare i riscatti automatici. L’unico volto nuovo sarà Michele Cavion: il 30 giugno scorso è scaduto il contratto che lo legava all’Ascoli, diventando un giocatore granata in forza del contratto firmato fino al 2025. L’attacco è il reparto maggiormente ridotto dalla fine dei prestiti, non tanto dal punto di vista numerico quanto sotto l’aspetto della affidabilità. Ad ora in rosa infatti ci sono solo Djuric e Kristoffersen ai quali si aggiungono i vari calciatori che rientrano dai prestiti, ovvero Giannetti, Cernigoi e Fella. A proposito di ritorni: Castori troverà anche i vari Esposito, Firenze e Curcio mentre lo scorso 30 giugno sono scaduti i contratti di Orlando, Castiglia e Kalombo.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in Calciomercato