Connect with us

News

Presidente CONI e Ministro per lo Sport in coro: “Giusto fermarsi, l’Europa dovrà fare lo stesso”

Nonostante l’assemblea di Lega si sia riunita per discutere sul come e sul se proseguire i campionati dopo il 3 aprile, è ancora presto per poter valutare bene la situazione. Come è emerso dalle sue dichiarazioni ad “Unomattina”, è di questa idea anche il presidente del CONI, Giovanni Malagò: “Se il 3 aprile si vedrà la luce in fondo al tunnel sarà possibile programmare, pianificare un nuovo calendario delle competizioni nazionali e internazionali. Ma tutto questo è subordinato a ciò che avverrà: allo stato dell’arte non è possibile prevederlo. Prima o poi la stessa decisione che ha preso l’Italia, fermare tutto lo sport, la dovrà prendere anche l’Europa. In Europa sta accadendo di tutto, squadre italiane che non sono potute partite, squadre straniere che non sono venute in Italia, partite a porte chiuse o stadi stracolmi, un brutto spettacolo. Prima o poi la stessa decisione che ha preso l’Italia la dovrà prendere l’Europa“.

Concorda il Ministro per lo Sport Vincenzo Spadafora, che durante “La vita in diretta” invita tutti a cessare le polemiche e concentrarsi sulla vera priorità, la sicurezza di tutti: “Il calcio è un po’ un mondo a sé, è anche una cosa importantissima ma c’è stato un momento in cui la Lega di Seria A avrebbe dovuto assumere una responsabilità che non ha voluto assumere dicendo che era il governo che doveva farlo. In realtà poi lo abbiamo fatto, ma perché facendolo noi la Lega vede tutelati i propri interessi economici. Meglio tardi che mai. Ora basta con le polemiche, è giusto fermarsi in questo momento“.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *





Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News