Connect with us

Giovanili

Primavera, buona la prima a Crotone: Raiola firma l’1-1. Rizzolo: “Primo mattone per costruire qualcosa di buono”

Campionato Primavera 2, Girone B – 1ª Giornata

Crotone – Salernitana 1-1

TABELLINO

CROTONE: Figliuzzi, Lonetto (17′ st Amerise), Rodio, Panza, Itrak, Mariani, Noce (10′ st Miruku), Carbone (33′ st Basile), Sapone, Simone, Tripoli (17′ st Tricoli). A disp. Sorrentino, Nicotera, Yakubiv, Lucanto, Strancia, Manglaviti, Trotta, Marcello. All. Moschella.

SALERNITANA: De Matteis, Novella, Gambardella, Vignes (33′ st Manzo), Galeotafiore, Milani, Fois (33′ st Spinelli), Volpe (23′ st Ferla), Cannavale (8′ st Esposito), Pezzo, Raiola (23′ st Ramazzotti). A disp. De Simone, Darini, Fucci, Guadagnoli, Manzo, Rolando, Giuzzo, Pierini. All. Rizzolo.

Arbitro: Sig. Cavaliere di Paola (Cleopazzo/Matera).

Marcatori: Aut. Pezzo (S) al 17′ pt, Raiola (S) al 26′ pt. Ammoniti: Rodio (C). Espulsi: Novella (S) per somma di ammonizioni. Angoli: 2-6. Recupero: 0′ pt – 4′ st.

 

 

Esordio incoraggiante per la Salernitana nel Campionato Primavera 2 targato 2019/2020, in casa del Crotone i granatini riescono a strappare un punto grazie a una convincente prestazione che porta all’1-1 conquistato allo Stadio Baffa di Cotronei.

Gli ospiti approcciano bene alla gara facendosi subito vedere dalle parti del portiere Figliuzzi con un colpo di testa di Fois in seguito a una bella triangolazione sulla sinistra. Poi al quarto d’ora grande occasione per Raiola che trova il tempo giusto per l’inserimento ma solo davanti al portiere si fa ipnotizzare. Sono i padroni di casa però a trovare il vantaggio al 17′ con la sfortunata deviazione di Pezzo sul cross di Sapone.

I granatini non ci stanno e il tiro di Volpe che finisce di poco alto al 22′ è solo un preludio al pareggio che arriva quattro minuti dopo, con Raiola che sfrutta alla perfezione l’assist di Fois per bucare Figliuzzi col destro. Il primo tempo finisce perciò sull’1-1.

Nella ripresa è ancora la Salernitana ad essere più attiva nella ricerca del vantaggio e al 10′ va vicina a trovarlo con l’incornata di Galeotafiore, respinta da Figliuzzi che riesce ad arrivarci e a respingere grazie a un gran colpo di reni. Al 15′ il portiere pitagorico è ancora decisivo con l’intervento su Esposito, che lo aveva saltato ma non è riuscito a evitare il suo ritorno con un guizzo a evitare il tap-in vincente del granata. Al 27′ sono pericolosi anche gli uomini in maglia rossoblu, con il palo sfiorato da Miruku. Alla fine non c’è niente da fare: il risultato rimane bloccato sul pari e l’unica cosa da mettere a referto nel finale è l’espulsione di Novella per doppia ammonizione al 42′. La Salernitana è costretta ad abbassarsi molto nei quattro minuti di recupero concessi dall’arbitro, ma si copre bene e non rischia nulla, quindi il triplice fischio sancisce l’1-1 finale.

 

 

L’allenatore della Salernitana Antonio Rizzolo è decisamente soddisfatto di questo esordio: “Abbiamo approcciato molto bene la gara, tenendo in mano il pallino della situazione. La squadra ha fatto discretamente bene. Poi siamo andati sotto per un autogol, ma lo abbiamo assorbito bene, non abbiamo perso luce, anzi abbiamo continuato a spingere e abbiamo creato un meritato pareggio. Secondo tempo sulla stessa falsa riga del primo fino a che non siamo calati per il caldo, senza comunque rischiare tanto. Anzi avendo occasioni per fare il 2-1. Nota negativa gli ultimi dieci minuti in inferiorità numerica, dove è stato normale abbassare il baricentro per coprirsi, ma anche lì l’abbiamo fatto bene e senza soffrire. Dobbiamo andare avanti e lavorare sugli errori, abbiamo iniziato bene e questo è il primo mattoncino a cui ne dovremo aggiungere altri uno dopo l’altro per costruire qualcosa di buono“.

E iniziare col piede giusto aiuta sicuramente anche il morale: “Il morale ci viene dato anche dalla prestazione. Poi la partita si può perdere, ma credo che se giochi bene i ragazzi lo percepiscano. Oggi è stato un primo tassello importante e anche un buon banco di prova. Non so valutare ancora il nostro avversario in relazione alle squadre del campionato essendo solo alla prima partita, ma posso valutare una prova fuori casa dove siamo andati a fare la partita andando sotto solo per un autogol. Bisogna più che altro migliorare in fase realizzativa, perché abbiamo creato tante palle gol e facendo meglio avremmo vinto. Io credo che la consapevolezza venga dai risultutati. Puoi lavorare quanto vuoi ma se alla fine della settimana non fai punti nella testa dei ragazzi è dura. Se invece metti mattoncino dopo mattoncino si crea atmosfera giusta e convinzione. Ora siamo contenti del punto in trasferta, ma già da domani penseremo a lavorare in vista della prossima gara per piazzare il secondo mattoncino“.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in Giovanili