Connect with us

Giovanili

Primavera2, inizia con una sconfitta l’era Procopio: “Rammarico per pali e un rigore non dato”

TABELLINO PRIMAVERA   –   REGGINA-SALERNITANA 2-0

REGGINA: Lofaro, Foti (19′ st Tersinio), Spaticchia, Carlucci, Vigliani (1′ st Bongani), Rechichi, Scolaro, Rao (25′ st Pastorella), Domanico, Bezzon (42′ st Costantino), Provazza (42′ st Clemente). A disposizione: Tortorella, Pellicanò, Aliquò, Iero, Traore, Pannuti, Zinno. All. Falsini

SALERNITANA: Campisi, Guzzo, Gambardella, Pezzo, Di Micco, Giliberti, Arena (8′ st Guida), Vignes, Iannone, Dommarco (25′ st Perrone), Palmieri (42′ st Panarese). A disposizione: Ciabattini, De Lucia, Cipriano, Visconti, De Iorio, Idioma, Piervenanzi, Bruschi, Capaccio. All. Procopio

Arbitro: Pashuku di Albano Laziale (Grasso/Fraggetta)

NOTE. Marcatori: 9′ pt Rao, 47′ st Clemente. Ammoniti: Domanico, Pastorella (R), Iannone, Gambardella, Palmieri (S). Angoli: 3-6. Recuperi: 1′ pt, 5′ st.


Inizia con una sconfitta l’avventura di Gianluca Procopio sulla panchina della Primavera della Salernitana. “Ma comincia male solo per il risultato, perché la prestazione è stata una delle più belle in stagione da quel che mi dicono i ragazzi: due pali, un rigore non fischiato, meritavamo assolutamente di più”, afferma amaramente il trainer a fine gara. Al centro sportivo Sant’Agata la Reggina si è imposta 2-0 sui granatini, che due settimane fa avevano cambiato allenatore dopo l’esonero di mister Rizzolo. La Salernitana resta, così, sul fondo della classifica con soli tre punti, peraltro conquistati proprio all’andata con la vittoria sui calabresi, ma prova a prendere quanto di buono fatto in termini di prestazione per reagire già mercoledì al Volpe in occasione del recupero contro il Benevento.

La Reggina, penultima, allunga a quota 10 in classifica. I baby amaranto allenati da Gianluca Falsini sono passati in vantaggio al 9′ con Rao su incertezza della difesa campana, una delle poche del match. La Salernitana non si è persa d’animo, colpendo anche un palo con Arena (29′) ben servito da Guzzo. In precedenza ci aveva provato Pezzo su cross da sinistra di Gambardella. sul finire di tempo Campisi si oppone bene al tentativo di Bezzon, evitando il raddoppio locale. La squadra di Procopio ha protestato vivacemente nei confronti dell’arbitro Pashuku per un contatto in area reggina su Iannone che avrebbe potuto dare il rigore del possibile pareggio, ma così non è stato. Nel secondo tempo la formazione ospite ha tenuto bene il campo, ha colpito un altro palo con Pezzo di testa su assist di Vignes, salvo poi subire il raddoppio nei minuti di recupero ad opera di Clemente.

“Siamo andati sotto dopo l’unica nostra incertezza, il rammarico è solo per la sconfitta e non per la prestazione. Ai ragazzi non posso dire nulla, dobbiamo continuare su questa strada e limare le incertezze che ci sono costate la sconfitta purtroppo. – ha affermato Procopio al fischio finale – Dispiace perché avevamo preparato la partita nei minimi dettagli e i miei calciatori hanno fatto tutto ciò che avevo chiesto in settimana. La squadra ha risposto bene, purtroppo commentiamo un 2-0 duro da digerire. L’arbitro a fine partita ha quasi ammesso di aver sbagliato: avremmo potuto pareggiare e a quel punto sarebbe cambiata la partita. Ora prendiamo quel che di buono c’è stato sotto il profilo della prestazione e cerchiamo di metterlo nel recupero contro il Benevento”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in Giovanili