Connect with us

News

Prove anti-Trapani, Kiyine rischia il posto. Lombardi ok, Aya verso la conferma

Mantenere l’imbattibilità nel 2020 e centrare il quarto successo interno di fila per continuare a sognare di restare fino alla fine nei piani alti della classifica. La Salernitana si sta preparando alla sfida contro il Trapani di lunedì sera con la consapevolezza di aver cambiato marcia e con il recupero di quasi tutti gli effettivi: il solo lungodegente Mantovani, infatti, è ancora fuori causa. Mister Ventura può sorridere e pianificare al meglio, dunque, la sfida ai siciliani in cui potrebbe però proporre al pubblico alcune novità soprattutto a centrocampo, dove Kiyine potrebbe rifiatare.

Giornata di prove per la truppa di Ventura, che nella sessione di allenamento si è ritrovata nel chiuso dello stadio Arechi per prove tattiche e partitina. Il tecnico granata sembra orientato a confermare la difesa scesa in campo a Benevento, composta da Aya, Migliorini e Jaroszynski dinanzi al portiere Micai così come l’attacco formato da Gondo e Djuric. Potrebbe invece riposare Sofian Kiyine. Poco brillante a Benevento il calciatore marocchino, uomo di maggior talento della rosa ma anche quello che ha beccato forse una delle sue giornate peggiori, irretito anche dalle continue provocazioni degli avversari.

L’ex clivense – che all’andata decise la partita con la trasformazione  di un calcio di rigore – potrebbe rappresentare una soluzione a gara in corso. Prende corpo l’ipotesi – già sperimentata in passato – di contemporaneo impiego di Lombardi, uomo in più in questo particolare momento, e Cicerelli sulle due fasce. Il primo agirebbe a destra, il secondo a sinistra. La mediana potrebbe restare inalterata con Akpa Akpro, Dziczek (che dovrebbe vincere, alla fine, il ballottaggio con Di Tacchio) e Maistro nella zona nevralgica del campo. Kiyine potrebbe trovare spazio a gara in corso proprio da mezzala mancina, magari facendo staffetta con l’ex del Rieti.

È difficile, ma non è nemmeno da escludere la possibilità di vedere gli stessi undici schierati con il 4-4-2, che proprio senza Kiyine, oltre Karo e Di Tacchio, diede buoni riscontri contro il Pescara alla prima del girone di ritorno. In quel caso si vedrebbe Cicerelli adottato nella posizione di terzino destro, con maggiore libertà offensiva per Lombardi, e Jaroszynski a presidiare l’altra corsia alle spalle di Maistro.

 

 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *





Advertisement
Advertisement

Altre news in News