Connect with us

News

Qui Foggia, Grassadonia deluso: “Siamo a pezzi, non posso rimproverare nulla ai miei”

Chi non sorride nel finale di campionato è sicuramente il Foggia, vicinissimo all’impresa al Bentegodi, ma Di Carmine ha infranto le speranze playout dei satanelli regalando i playoff all’Hellas e – in attesa della giustizia sportiva – la retrocessione diretta ai rossoneri. Tanta la delusione del tecnico dei rossoneri Gianluca Grassadonia: “Non è facile parlare adesso, ci metto la faccia per la città e i tifosi, mi assumo le mie responsabilità. É un epilogo triste e drammatico per una stagione tribolata, con tantissimi episodi negativi. Ci abbiamo provato, senza segnare e sprecando tre occasioni. Loro hanno avuto l’episodio del rigore. Abbiamo dato tutto e potevamo vincere, lo avremmo meritato. Ringrazio i tifosi per averci seguito, ci dispiace non avergli regalato questa salvezza. La retrocessione non è arrivata oggi, ma con gli errori durante la stagione”.

Al “Bentegodi” la compagine pugliese aveva tentato l’impresa: “Siamo scesi in campo determinati, volevamo vincere e lo abbiamo dimostrato, stando sempre in partita. Loro sono stati bravi a recuperare, poi quel rigore che dovevamo evitare ha cambiato una partita che fino a quel momento ci aveva visto meritevoli almeno del pareggio, considerando le occasioni clamorose create e sciupate. Non posso rimproverare niente ai ragazzi, da quando sono tornato ci hanno messo l’anima in ogni gara, ci tenevamo a regalare la salvezza alla città ma purtroppo non ce l’abbiamo fatta. Siamo a pezzi”.

 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News